Salute

Guida all'assistenza medica e sanitaria

L'esenzione dal ticket per reddito

Gli assistiti che vivono in condizioni disagiate hanno diritto, per motivi di reddito, a non pagare o a pagare in forma ridotta i ticket delle spese mediche e sanitarie (Leggi 724/94 e 549/95).

Sono le singole Regioni che stabiliscono, in dettaglio, quali sono le persone che ne hanno diritto, la forma di esenzione (totale o parziale) e, nel caso dell'esenzione parziale, la quota che deve essere pagata.

Chi ha diritto all'esenzione

Generalmente, hanno diritto all'esenzione per motivi di reddito (tra parentesi il codice di esenzione):

  • i bambini di età inferiore a 6 anni che appartengono ad un nucleo familiare con reddito fino a euro 36.151,98 lordi annui (codice E01);
  • gli anziani di età superiore a 65 anni che appartengono ad un nucleo familiare con reddito fino a 36.151,98 euro annui lordi. E' considerato nucleo familiare la persona anziana, il suo coniuge e le persone che sono fiscalmente a carico dell'anziano (codice E01);
  • i titolari di assegni sociali ed i loro familiari a carico (codice E03);
  • i titolari di pensioni minime oltre i 60 anni e i loro familiari a carico (codice E04);
  • le persone disoccupate e che sono iscritte alle liste di collocamento, ed i loro loro familiari a carico (codice E02), purché appartenenti ad un nucleo familiare con reddito lordo inferiore a 8.263,31 euro. Se è presente il coniuge, il limite massimo sale a 11.362,05 euro. Questo limite aumenta di 516,5 euro per ogni figlio o altro familiare a carico. Sono considerati familiari a carico il coniuge, le persone con redditi non superiori a 2840,51 euro lordi annui, i figli minori di 18 anni o minori di 26 anni, se studenti o tirocinanti, i figli inabili al lavoro, i genitori ed i familiari conviventi.
Come ottenere l'esenzione

Per ottenere l'esenzione per motivi di reddito, sono in vigore due modalità alternative:

  • l'interessato, un suo familiare o il tutore legale, deve sottoscrivere una dichiarazione sul retro della ricetta. In questo caso, la regolarità delle prescrizioni e la verità delle dichiarazioni di esenzione sono controllati dalla Asl e le eventuali violazioni sono punibili secondo il codice penale;
  • l'interessato deve presentare la documentazione ad un ufficio della Asl, che provvede a rilasciare un tesserino di esenzione, generalmente con validità annuale.
Temi correlati

Il ticket sanitario - Caratteristiche ed esenzioni
Classificazione e prescrizione dei farmaci
I ticket dei farmaci prescrivibili
La pensione sociale
Pensioni - Il trattamento minimo

Notizie sull'argomento

Sanità: i trucchi dei "furbetti del ticket" per avere l'esenzione
Ticket sanitari: è vero che c'è una scadenza il 30 settembre?

Link consigliato

Ministero della salute - Guida all'esenzione per reddito