Salute

Guida all'assistenza medica e sanitaria

L'esenzione dal ticket per malattia

Le persone che soffrono di malattie croniche o invalidanti, oppure di malattie rare, che sono affette da tumori, che sono in attesa di un trapianto o che sono tossicodipendenti in terapia con il metadone o in una comunità di recupero hanno diritto all'esenzione sui ticket, parziale o totale per le cure mediche e sanitarie collegate alla malattia.

Sono le singole Regioni che stabiliscono se l'esenzione è totale o parziale e che, in quest'ultimo caso, fissano la quota che deve essere pagata.

L'esenzione va richiesta alla propria Asl, presentando:

  • la tessera sanitaria;
  • uno tra i seguenti documenti, che attestano la presenza della malattia: un certificato medico rilasciato da un medico del Sistema Sanitario Nazionale, la copia della cartella clinica rilasciata da un ospedale pubblico (se questa è rilasciata da una struttura accreditata, deve essere valutata da un medico della Asl), la copia del verbale di invalidità.

Dopo aver valutato la documentazione, la Asl rilascia una tessera di esenzione, con la definizione della malattia, il suo codice identificativo e le cure a cui si ha diritto. La durata della tessera può essere permanente o limitata secondo il tipo di malattia ed i regolamenti regionali. L'eventuale rinnovo deve essere richiesto alla Asl, che può sollecitare o no ulteriore documentazione.

Per prenotare le analisi ed i controlli usufruendo dell'esenzione, è necessaria la prescrizione del proprio medico generico, sulla quale devono essere scritte le prime tre cifre del codice della malattia, indicato sulla tessera di esenzione.

Temi correlati

Il ticket sanitario - Caratteristiche ed esenzioni

Notizie sull'argomento

Sanità: i trucchi dei "furbetti del ticket" per avere l'esenzione

Link consigliati

Patologie croniche (Ministero della salute)
Malattie rare (Ministero della salute)
Elenco alfabetico delle malattie rare esenti