Pensioni

Guida pratica alle pensioni

Il pagamento delle pensioni Inps

La pensione viene pagata normalmente ogni mese, dal primo giorno del mese stesso o dal giorno successivo, se festivo o non lavorativo.

La tredicesima mensilità viene corrisposta con la rata di dicembre. Per gli anni non interi, ad esempio quello di decorrenza della prestazione o quello di cessazione del diritto (es. per decesso), la tredicesima spetta in misura proporzionale alle mensilità corrisposte.

Il pagamento può essere riscosso alle poste o in banca, in contanti o tramite accredito su conto corrente postale o bancario, a scelta della persona interessata.

Ma se l'importo della pensione è superiore a 1.000 euro, esso non può essere effettuato in contanti allo sportello, ma deve essere accreditato su conto corrente bancario o postale o su libretto di risparmio.

Se l'importo da pagare, anche riferito a più pensioni, è compreso tra 5 e 60 euro, il pagamento della pesnione viene effettuato in due rate semestrali anticipate, disponibili dal primo gennaio e dal primo luglio. Se invece esso è inferiore a 5 euro, il pagamento viene effettuato in una rata annuale anticipata, disponibile dal primo gennaio.

Per chi si trova all'estero, il pagamento avviene normalmente in euro, salvo diverse disposizioni del Paese estero interessato, e con la stessa periodicità (di norma mensile) delle pensioni pagate in Italia.

Delega a riscuotere

La pensione può essere riscossa anche da una persona delegata dal pensionato.

La richiesta di delega va presentata all'Inps, insieme alla domanda di pensione, o anche successivamente. La richiesta, per la quale si utilizza un modulo predisposto dall’Inps, deve essere corredata da una firma autenticata.

La persona delegata, al momento della riscossione, dovrà esibire, all'ufficio postale o alla banca, l'attestazione rilasciata dall'Inps a seguito della richiesta.

Se il pensionato si trova nell'impossibilità di sottoscrivere la delega, perché analfabeta o fisicamente impedito, essa può essere ugualmente ricevuta dal funzionario Inps competente, dopo aver accertato e annotato sia l'identità della persona che presenta la domanda, sia le cause che impediscono la sottoscrizione da parte dell'interessato.

Se il pensionato è una persona incapace di intendere e di volere, invece, non può essere presentata delega alla riscossione, poiché, per questo tipo di persona, vengono applicate le norme in materia di tutela, curatela e potestà genitoriale.

Alla stessa persona non possono essere concesse più di 2 deleghe, ad eccezione dei tutori che hanno ottenuto dall'autorità giudiziaria più deleghe, e delle persone che riscuotono per conto di:

  • ricoverati in case di cura o di assistenza per anziani;
  • pensionati che vivono in comunità religiose o di anziani.
Temi correlati

Dove riscuotere la pensione
La domanda di pensione
La delega a riscuotere la pensione
Il libretto di pensione 
Il libretto di risparmio

Link consigliati

Inps - Istituto Nazionale di Previdenza Sociale