Pensioni

Pensioni - Quali sono

La pensione sociale

La pensione sociale è una forma di assistenza - ormai sostituita dall'assegno sociale - che l'Inps eroga agli ultrasessantacinquenni, residenti in Italia, indigenti, cioè privi di reddito o con reddito inferiore a quello della stessa pensione sociale.

Tale prestazione spetta solo a coloro che hanno maturato i requisiti con domanda presentata entro il 1995. Tutti quelli che, invece, hanno compiuto i 65 anni successivamente, e hanno i requisiti necessari, hanno diritto all'assegno sociale. Anche coloro che sono già titolari di pensione sociale e che in data successiva al 31 dicembre 1995 hanno perso il diritto a fruire di tale prestazione, possono fare domanda di assegno sociale, sempre se in possesso dei requisiti.

Quanto spetta

L'importo percepito può variare in base al reddito e allo stato civile del richiedente, ovvero se è coniugato o meno. Esso aumenta di anno in anno, nella stessa misura di quanto aumenta il trattamento minimo delle pensioni Inps, in base ad un Decreto ministeriale.

L'importo mensile della pensione è dato dalla misura massima spettante, divisa per 13 mensilità.

Invalidità civile

Oltre alle persone maggiori di 65 anni che, fino al 31 dicembre 1995, avevano i requisiti di reddito richiesti, la pensione sociale viene percepita anche dai titolari di pensione di invalidità civile, con gli stessi requisiti anagrafici, per i quali la pensione sociale dell'Inps ha sostituito quella pagata dal Ministero degli Interni.

Agli invalidi civili che hanno compiuto i 65 anni dopo 31 dicembre 1995 spetta invece l'assegno sociale.

Temi correlati

L'assegno sociale
Le pensioni di invalidità civile
Handicap, disabilità e invalidità civile
L'esenzione dal ticket per reddito
Agevolazioni di viaggio per anziani e disabili
La maggiorazione sociale