Feste e Ricorrenze

Halloween

Le origini di Halloween

Il termine Halloween deriva dall’inglese All Hallows' Day (il giorno di tutti i santi). La tradizione vuole che il giorno non incominci allo scoccare della mezzanotte, bensì qualche ora prima: dal tramonto del 31 ottobre all’alba del 1° novembre il mondo dei vivi diventa possesso del mondo dei morti.

Le origini di Halloween affondano nella tradizione dei Celti che si stanziarono in Irlanda dopo la loro migrazione dalle regioni del Nord della Francia e dalle zone intorno alla foce del Reno. Nella notte fra il 31 di ottobre e il 1° novembre gli antichi Celti d’Irlanda, dopo aver spento tutti i fuochi, festeggiavano Samhain o Samhuin, il sopraggiungere dell’inverno, con una processione.

I membri di ciascuna famiglia o clan si recavano sulla collina di Tlachtga dove l’alto sacerdote dei Druidi aveva allestito un grande fuoco e lì accendevano le proprie torce. Queste ultime, alimentate dal fuoco sacro e simbolo del focolare domestico, venivano poi riportate nei villaggi dove sarebbero rimaste accese per tutto l’anno. In questa notte incantata il confine tra il mondo terreno e ultraterreno era molto sottile, gli spiriti vagavano sulla terra e si divertivano insieme agli uomini. Poiché si credeva che i morti tornassero a trovare i loro cari, per accoglierli si usava lasciare le porte aperte e cibo pronto, affinché potessero saziarsi.

Questa festa gioiosa fu adottata poi dalla Chiesa per celebrare i tutti i santi della tradizione cristiana dando così origine alla festività di Ognissanti. L'antico rito pagano dei Celti iniziava il suo viaggio nel mondo vestito di spiritualità cristiana, mescolandosi alle tradizioni locali.

Invia la tua cartolina di Halloween