Casa

Fisco e casa

Imu - Quando e come si paga

L'Imu è entrata in vigore dal 1 gennaio 2012 e ha sostituito sia l'Ici, sia l'Irpef sui redditi fondiari (sugli immobili non affittati). Ecco di seguito le scadenze per il pagamento e le modalità per saldare la nuova tassa.

Quando pagare

L'Imu sulla prima casa - quella considerata quale abitazione principale, che può essere una sola a nucleo famigliare - si paga in tre rate, come regola generale, con scadenze il 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre. Per il 2013, il pagamento della prima rata per le prime case è stato sospeso, ad eccezioni delle abitazioni di pregio (categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

  1. Al momento dell'acconto, il 16 giugno, bisogna pagare un terzo (33 per cento) di quanto dovuto, applicando l'aliquota fissata dal Comune nel 2012, tenuto conto delle detrazioni di 200 euro per la prima casa e di 50 euro a figlio, purché minore di 26 anni e residente con la famiglia, in numero massimo di 4 figli. Nel 2013 si può pagare fino al 17 giugno, perché il 16 capita di domenica.
  2. La seconda rata, entro il 16 settembre, deve essere uguale all'acconto.
  3. La terza rata, entro il 16 dicembre, è a conguaglio e tiene conto dell'aliquota definitiva decisa dal Comune nel quale si trova l'immobile.

trasformazione vasca in doccia Remail è leader del mercato per la trasformazione vasca in doccia, il sistema innovativo per sostituire la vecchia vasca da bagno con un box doccia moderno e funzionale, dotato di tutti i possibili confort, in modo sicuro e pulito perché non è richiesto l'intervento di muratori, piastrellisti e idraulici.

Remail è in tutta Italia!

I suoi installatori in sole 8 ore elimineranno la vostra vecchia vasca smaltendo i detriti ed installando la nuova doccia.

Con il passaggio da vasca a doccia non solo non avrete più bisogno di scavalcare il bordo vasca, rischiando così infortuni e scivoloni, ma potrete risparmiare grazie alla detrazione fiscale del 50% di cui gode la trasformazione vasca in doccia.

Trasformazione vasca in doccia >>

Volendo, è possibile pagare anche solo in due rate.

Per le seconde case, e tutti gli altri immobili diversi dall'abitazione principale, bisogna pagare in due rate:

  • il 50 per cento il 16  giugno, calcolato sull'aliquota base del 7,6 per mille;
  • il rimanente entro il 16 dicembre, calcolato tenuto conto dell'aliquota effettiva stabilita dal Comune.

L'Imu è dovuta in proporzione al periodo di possesso nel corso dell'anno, per cui andranno rapportati i mesi effettivi di possesso. Nel caso in cui il possesso si prolungasse per oltre 15 giorni in un mese, sarà necessario considerare l'intero mese.

Come pagare

Per pagare, sono possibili due modalità:

  • usare il modello F24, tramite il servizio di home banking fornito dalla propria banca, oppure tramite il servizio "F24 Web" sul sito dell'Agenzia delle Entrate, o ancora tramite un indermediario abilitato, come ad esempio il Caf;
  • tramite bollettino postale.
Approfondimenti

Codici tributo per il pagamento dell'Imu con il modello F24 (pdf)

Temi correlati

Mini Imu: chi la deve pagare e come si calcola
Aliquote Imu nei comuni capoluogo
Imu - Come si calcola 
Imu - Calcolatore on line
Pagare le imposte con il modello F24
Pagare l'Imu tramite il Caf
Le tasse sulla casa
Le altre tasse sulla casa 
La tassa comunale sui Rifiuti e Servizi (Res)

Notizie sull'argomento

Casa: anziani penalizzati con l'Imu, la nuova Ici. Ecco perché
Casa: in sintesi, le principali regole dell'Imu, la nuova Ici