Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

20 NOV
Almanacco
Registrati

La ricongiunzione dei periodi assicurativi

Pensioni In questo Canale:

La ricongiunzione dei periodi assicurativi

A proposito di:

La ricongiunzione è l'unificazione presso un unico ente dei periodi di assicurazione maturati dal lavoratore in differenti settori di lavoro, con lo scopo di ottenere una sola pensione, calcolata su tutti i contributi versati nei diversi enti previdenziali

La ricongiunzione è l'unificazione, presso un unico ente, dei periodi di assicurazione maturati dal lavoratore in differenti settori di lavoro.

La ricongiunzione può essere chiesta dai lavoratori dipendenti pubblici e privati e dai lavoratori autonomi, che hanno contributi in diversi settori di attività, oppure dai loro superstiti. Lo scopo è quello di ottenere una sola pensione, calcolata su tutti i contributi versati nei diversi enti previdenziali.

La ricongiunzione gratuita

​Con la modifica introdotta attraverso la Legge di Bilancio 2017 è stata creata la possibilità di effettuare il cumulo gratuito dei periodi assicurativi con contribuzione versata in differenti gestioni previdenziali, Inps o enti previdenziali specifici per determinate categorie.

Tale provvedimento, il quale non prevede versamenti di oneri a carico del richiedente né eventuali passaggi di contributi tra i diversi enti coinvolti, si rivolge a tutti i contribuenti che hanno effettuato in passato versamenti di contributi in due o più gestioni differenti. Al cumulo affluiscono in questo modo le somme di competenza di ogni gestione, stabilite in base al periodo di iscrizione e alle regole di calcolo come stabilito autonomamente da ogni ordinamento.

Cumulo di periodi assicurativi: come funziona

Come già anticipato, per poter usufruire del cumulo dei periodi assicurativi è necessario che i contributi siano stati versati ad almeno due delle seguenti gestioni previdenziali come specificato nella nota diffusa dall'Inps:

  • Assicurazione generale obbligatoria (Fondo Pensioni lavoratori Dipendenti e Gestioni Speciali dei Lavoratori Autonomi: commercianti, artigiani e coltivatori diretti)​
  • Gestioni sostitutive dell'Assicurazione generale obbligatoria (Ago)
  • Gestioni esclusive dell'Assicurazione generale obbligatoria (Ago)
  • Gestione separata
  • Iscritti alle casse professionali.

Il cumulo può essere richiesto per ottenere le seguenti tipologie di pensione:

  • anzianità
  • inabilità
  • anticipata (a partire dal 2017)
  • indiretta ai superstiti.​

È inoltre possibile aderire al cumulo se sono stati raggiunti i requisiti per la pensione almeno in una delle gestioni che lo prevedono.

Per i dipendenti pubblici è stato stabilito che, aderendo al cumulo, l'indennità di fine servizio verrà percepita solo al compimento dell'età stabilita per la pensione di vecchiaia in linea con le normative vigenti in tale data.

Cumulo di periodi assicurativi e ricongiunzioni in corso

Coloro che hanno già effettuato la ricongiunzione dei periodi contributivi possono richiedere il cumulo oltre alla restituzione degli importi precedentemente versati prima del primo assegno pensionistico; in caso di pagamento integrale e di liquidazione della prima pensione dei periodi in oggetto non è possibile richiedere quanto già versato.

La restituzione delle rate di pagamento relative alle ricongiunzioni saranno pagate con decorrenza di 12 mesi a partire dalla richiesta di rimborso. La formula, in questo caso, è stata stabilita in quattro rate annuali ai quali non si sommano eventuali interessi.

Cumulo di periodi assicurativi e totalizzazione

Al cumulo di periodi assicurativi e la pensione derivante possono accedere anche tutte le persone che abbiano presentato la domanda di totalizzazione precedentemente alla data del 1° gennaio 2017. Per poterne beneficiare, però, è necessario presentare rinuncia alla domanda nel periodo relativo alla conclusione dell'intero procedimento.

​​