Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

22 NOV
Almanacco
Registrati

La pensione minima per i pensionati Inps residenti all’estero

Pensioni In questo Canale:

La pensione minima per i pensionati Inps residenti all’estero

A proposito di:

Per determinare il diritto al minimo di assegno mensile per i pensionati Inps residenti all’estero, la legge prevede il controllo sia dei redditi personali del pensionato stesso, sia di quelli cumulati con il coniuge, poiché entrambi non devono superare determinati limiti

​​​Per i pensionati dell’Inps residenti all’estero è stato previsto l’aumento delle pensioni minime fino a 551,35 euro al mese, la stessa quota prevista per i pensionati italiani. Per determinare il diritto al minimo di pensione, la legge prevede il controllo sia dei redditi personali del pensionato sia di quelli cumulati con il coniuge. Entrambi non devono superare determinati limiti.

​Secondo la normativa comunitaria (Regolamento CEE n.1247/92), infatti, le seguenti prestazioni speciali a carattere non contributivo vanno garantite dal Paese di residenza. In questo insieme rientrano: 

  • pensione sociale e assegno sociale; 
  • pensione, assegni e indennità ai mutilati e invalidi civili, sordomuti e ciechi civili;
  • integrazione al trattamento minimo; 
  • integrazione dell’assegno di invalidità; 
  • assegno mensile di assistenza personale ai pensionati di inabilità.