Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

24 NOV
Almanacco
Registrati

L'estratto conto contributivo

Pensioni In questo Canale:

L'estratto conto contributivo

L’estratto conto assicurativo può essere richiesto all'Inps dal lavoratore dipendente o autonomo per valutare tempestivamente la propria situazione assicurativa, grazie ai servizi online dell'ente previdenziale

​Per valutare tempestivamente la propria situazione assicurativa il lavoratore dipendente o autonomo può richiedere all'Inps l’estratto conto contributivo​.

Questo estratto conto dei contributi, che indica i contributi da lavoro, figurativi e da riscatto, consente al lavoratore di controllare l’esattezza delle registrazioni dei contributi e in caso di inesattezze o mancanze di comunicarlo tempestivamente agli uffici Inps o agli Enti di Patronato. Il documento è invece di supporto all’ente previdenziale nella ricostruzione della storia contributiva dei suoi assicurati.

Su richiesta dell'assicurato l’istituto può verificare che non siano prescritti i contributi omessi e provvede a recuperare quelli non versati, dando la possibilità all'utente di bloccare i tempi della prescrizione.

Gli assicurati infine possono chiedere all'Inps l'estratto conto ma anche il calcolo della pensione sulla base dei contributi versati e la simulazione dei contributi ancora da versare.

Chi invece è ormai prossimo alla pensione deve fare richiesta dell'estratto conto certificativo che è un certificato analitico dei contributi versati analizzati nel dettaglio.

L’estratto conto certificativo

Prima della presentazione della domanda di pensione l’assicurato può chiedere all'Inps l’estratto conto certificativo. In questo documento sono indicati sinteticamente e nel dettaglio il numero e l’ammontare dei contributi riconosciuti validi dall'Inps ai fini pensionistici, sui quali si valuterà e calcolerà la pensione.

​Il valore di tale documento è certificativo della posizione assicurativa del futuro pensionato, così come ricostruita dall'Inps. Il futuro pensionato potrà dunque conoscere tutta la contribuzione previdenziale accreditatagli.