Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

20 NOV
Almanacco
Registrati

Dove riscuotere la pensione

Pensioni In questo Canale:

Dove riscuotere la pensione

A proposito di:

La pensone può essere riscorra in banca o presso un ufficio postale, se la persona titolare non ha scelto l'accedito diretto sul proprio conto corrente. Ma per gli importi superiori a 1.000 euro vige il divieto di utilizzare i contanti

Se l'importo della pensione è inferiore a 1.000 euro, e pertanto non è soggetto al divieto di versamento in contanti, il pensionato può recarsi di persona a riscuotere la somma mensile, scegliendo tra:

  • gli uffici postali;
  • gli sportelli bancari.

Il richiedente deve indicare, all'atto della presentazione della domanda di pensione, le coordinate dell'Ufficio pagatore presso cui intende riscuotere. Tale Ufficio pagatore può essere successivamente variato, presentando dei modelli predisposti dall’Inps (AP03 e AP04).

La liquidazione e la gestione della pensione sono di competenza della sede Inps nel cui ambito territoriale il pensionato ha la residenza, ma il pagamento può essere richiesto presso un qualsiasi ufficio pagatore: può cioè essere utilizzato qualsiasi sportello postale o bancario, a livello nazionale, indipendentemente dalla residenza del pensionato.

Modalità di pagamento

Le modalità di pagamento, sia in posta che alla banca, avviene, sempre a scelta, con una delle seguenti modalità:

  • attraverso l’addebito nel conto corrente postale o bancario, in questo caso a partire dal primo giorno del mese di pagamento;
  • con versamento in contanti, nelle mani del soggetto titolare del diritto o di un suo delegato; il pagamento avviene una volta al mese, nel giorno fissato dall’ente pagante, secondo un calendario prefissato, che viene comunicato al soggetto stesso e che generalmente è scandito in ordine alfabetico.
Il libretto di pensione

Per riscuotere l'importo cui ha diritto, il pensionato essere esibire all’ufficio pagatore, assieme ad un documento di riconoscimento (carta di identità, patente di guida, passaporto), il libretto di pensione, il quale certifica l’avvenuta liquidazione di una prestazione pensionistica.

Sul libretto sono riportati i dati identificativi della pensione: sede Inps; categoria e numero della pensione; dati anagrafici e codice fiscale del titolare.

Se il titolare della pensione è minorenne, inabile o interdetto, la pensione viene pagata al rappresentante legale, dietro presentazione del certificato di pensione e di un documento attestante tale qualifica.