24 NOV
Almanacco
Registrati

T

Come conservare gli alimenti

Consumatori In questo Canale:

Come conservare gli alimenti

A proposito di:

Consigli per conservare in sicurezza gli alimenti, usando bene il frigorifero, e scegliendo i giusti involucri e contenitori, in ogni stagione dell'anno

​​​​​​​Mangiar bene e star in salute, vuol dire anche conservare correttamente i cibi che mettiamo in tavola, in ogni stagione, facendo attenzione all’igiene e all’uso corretto del frigorifero. Di seguito i qualche consiglio per conservare in sicurezza gli alimenti.

Uova, latte e panna​

Si consiglia di lasciarle nella confezione d’acquisto così da controllare sempre la data di scadenza ed evitare che entrino in contatto con gli altri alimenti. Le uova devono essere tenute in frigorifero, se per caso se ne rompe uno, è necessario metterlo in contenitore coperto in frigorifero eliminando tutto il guscio, e consumarlo entro 24 ore. Il latte e la panna devono essere tenuti in frigorifero e consumati entro 2 o 3 giorni, anche se si tratta di prodotti a lunga conservazione.

Pesce

Si consiglia di lavare e pulire il pesce prima di metterlo nel frigorifero, avvolto in una pellicola per uso alimentare. Questo prodotto va tenuto nel punto più freddo del frigorifero e deve essere consumato entro 24 ore.
I principi nutritivi del pesce

Carne

La carne va conservata in frigo. Il macinato poi deve essere consumato entro 24 ore, il pollo e il tacchino entro 48 ore, gli affettati non confezionati e i prodotti freschi in generale entro 3 giorni.
I principi nutritivi della carne

Frutta e verdura

Nel frigorifero ci sono dei cassetti particolari in cui devono essere conservate frutta e verdura affinché non entrino in contatto con gli altri elementi. Prima di mettere i prodotti in frigo si consiglia di lavarli bene con acqua corrente eliminando frutta e verdura con un po’ di muffa perché possono contenere sostanze tossiche.
I principi nutritivi della frutta e il calen​dario di stagione
I principi nutritivi delle verdure

Pasta

Le buste che contengono la pasta, una volta aperte, devono essere riposte nella dispensa ben sigillate. Quando restano a lungo all’aria aperta infatti, diventano l’habitat naturale per le larve di farfalla, conosciute comunemente come "farfalline della pasta", che si riproducono a gran velocità, minando l’igiene e la sicurezza dei nostri alimenti.
I principi nutritivi dell​a pasta

Al di là delle buone abitudini, sono molto importanti anche i contenitori in cui si conservano gli alimenti e l’uso corretto del frigorifero. Ecco qualche consiglio a riguardo.

In frigorifero

Si consiglia di distribuire gli alimenti sui vari scomparti, considerando che la temperatura non è omogenea: vicino al motore per esempio vanno sistemati i cibi che non hanno bisogno di temperature troppo basse. È fondamentale inoltre pulire periodicamente il frigo con acqua e aceto per eliminare batteri e cattivi odori.
Come scegliere il frigorife​ro

I contenitori

Ogni alimento ha bisogno del suo contenitore: acciaio e alluminio sono materiali indicati per la conservazione di tutti i tipi di cibo, ad eccezione di quelli che contengono molto sale o hanno un alto grado di acidità, perché potrebbero corrodere gli involucri. Le pellicole trasparenti sono utili alla conservazione di molti cibi perché proteggono dall'ossidazione e dalla disidratazione, ma non devono essere usati per cibi grassi o molto caldi. Il vetro è molto igienico e permette di controllare immediatamente il grado di conservazione dei cibi. Si consiglia di usare la carta, materiale traspirante, per frutta e verdura, cambiando frequentemente l’involucro che assorbe subito l’umidità.