Le nostre News

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

03/06/2011

Da oggi per pagare i piccoli lavori in casa o nel condominio è possibile ricorrere ai buoni lavoro o voucher. Il tutto rimanendo in regola con fisco e previdenza senza bisogno di stipulare contratti di alcun genere. In pratica il lavoratore viene pagato con questi buoni che incorporano già una quota di tasse pagate e un "pezzettino" di Inps e Inail. In questo modo il lavoratore ha assicurata sia la copertura previdenziale, sia quella contro gli infortuni e non deve pagare imposte sul reddito incassato perché ha già provveduto il datore di lavoro.

Il committente può ritirare i buoni cartacei presso qualsiasi sede provinciale Inps o per via telematica, ma in questo caso è necessaria la registrazione sul sito dell'Inps sia del datore di lavoro che del lavoratore, oppure direttamente in una tabaccheria che aderisce alla convenziona Inps-Fit: in questo caso occorre presentare la tessera sanitaria o il codice fiscale.

Per fare un esempio, ogni dieci euro di buoni comprati dal datore di lavoro, il lavoratore percepirà circa 7 euro e cinquanta: la differenza è costituita proprio dall’importo dell’Irpef, dell’Inps e dell’Inail e da una commissione. I buoni possono essere molto utili ad esempio a pensionati, studenti tra i 16 ed 25 anni, disoccupati, cassintegrati, lavoratori in mobilità, lavoratori part-time o stranieri con permesso di soggiorno. Tutte queste categorie possono beneficiarne. Ecco alcuni lavori occasionali che potranno essere retribuiti con i voucher:

  • baby sitter o dog sitter;
  • lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti;
  • organizzazione di fiere e manifestazioni sportive, culturali o caritatevoli;
  • lavori di emergenza o di solidarietà;
  • consegna porta a porta e vendita ambulante di quotidiani e periodici;
  • attività agricole o lezioni private.

Si può svolgere attività di lavoro accessorio fino ad un massimo di 5.000 euro netti l’anno (6.660 euro lordi) per singolo datore di lavoro. Tuttavia ci sono alcuni vincoli per alcune categorie di lavoratori. Per questo è opportuno contattare direttamente il call center Inps al numero 803.164.

Temi correlati
Fisco e casa
Riparazioni e lavori in casa
Le agevolazioni per le ristrutturazioni

Link consigliato
Inps

Per altre info utili, seguici anche su Seguici su FacebookFacebooke suSeguici su TwitterTwitter