Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Il ricovero programmato ordinario

Sanità In questo Canale:

Il ricovero programmato ordinario

A proposito di:

Si parla di ricovero programmato ordinario in un ospedale nei casi di malattie che richiedono interventi prevedibili o non urgenti e quando sono necessari particolari accertamenti non eseguibili in ambulatorio. Può essere richiesto dal reparto ospedaliero o dal medico

Il ricovero programmato ordinario in una struttura ospedaliera è usato nei casi di malattie che richiedono interventi prevedibili o non urgenti e nei casi in cui sono necessari particolari accertamenti non eseguibili in ambulatorio. Il ricovero può essere richiesto direttamente dal reparto ospedaliero oppure dal medico di famiglia o dallo specialista, previo accordo con l'ospedale.

Il ricovero è preceduto da una visita medica ambulatoriale presso l’ospedale, per confermare la necessità del ricovero e indirizzare l'assistito al reparto appropriato. In mancanza di posti-letto disponibili, l’assistito viene inserito in una lista di attesa.

In caso di intervento chirurgico programmato, la degenza può essere preceduta dal pre-ricovero, cioè una prestazione sanitaria totalmente gratuita, che ha lo scopo di concentrare in uno-due accessi ambulatoriali tutti gli esami e le visite necessarie all’intervento, incluso il colloquio con l’anestesista. 

Cosa portare

Ecco cosa è opportuno mettere nella borsa, il giorno in cui ci si reca in ospedale per il ricovero:

  • tutto il necessario per l'igiene personale (spazzolino, dentifricio, sapone, asciugamani, ecc.);
  • biancheria intima;
  • pigiama/camicia da notte;
  • tuta da ginnastica;
  • pantofole chiuse antiscivolo;
  • fazzoletti
  • monete per i distributori di snack e bevande;
  • libri o riviste;
  • un lettore Cd o Mp3 o radio portatile con cuffia.

È fortemente sconsigliato portare oggetti di valore o rilevanti somme di denaro.

Il personale

Ciascun ricovero in ospedale è seguito da personale con diverse specialità. È bene che il paziente imparari a riconoscerli, per poter richiedere il loro intervento in modo preciso ed efficace. Ciascuno di essi è riconoscibile da un tesserino identificativo ed è caratterizzato da un colore della divisa che ne indica il ruolo. Ogni realtà locale ha le sue regole. Di solito i medici si distinguono dagli altri perché portano il camice bianco. Ecco quali sono le figure principali: medici (primario e altri medici); infermieri (coordinatore infermieristico/caposala, infermieri, ostetriche, infermieri generici); dietisti; tecnici sanitari; fisioterapistia; personale di supporto; volontari.

Le visite dei medici si svolgono solitamente al mattino e secondo l’organizzazione del lavoro tipica del reparto. Il medico di solito chiede "come si sente?": è importante rispondere con sincerità e senza esitare a chiedere spiegazioni se qualcosa non è chiaro. In specifici orari è inoltre possibile ottenere colloqui con i medici e il caposala. Il personale infermieristico è presente nell’intero arco delle 24 ore.

Le visite dei parenti

I pazienti possono ricevere visite di parenti o amici in determinati orari, fissati dalla struttura. Se si desidera un ricovero all'insegna del comfort, è importante rispettare scrupolosamente gli orari e non affollare la stanza, sia per motivi igienici, sia per non disturbare gli altri pazienti.

Normalmente viene concessa la presenza di un familiare, anche fuori dagli orari di visita, alle persone con più di 65 anni, ai bambini e ai non vedenti, mentre l’accesso di bambini inferiori ai 12 anni è consentito solo se accompagnati da genitori.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos