Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

24 SET
Almanacco
Registrati

I farmaci da banco

Sanità In questo Canale:

I farmaci da banco

A proposito di:

I farmaci da banco sono farmaci preconfezionati da automedicazione, cioè che non hanno bisogno di ricetta medica per essere acquistati. Si possono comprare liberamente in farmacia, nelle parafarmacie e negli appositi spazi di vendita all'interno di negozi e ipermercati

I farmaci da banco, detti anche Otc (Over The Counter = sopra il banco) sono farmaci preconfezionati da "automedicazione", cioè che non hanno bisogno di ricetta medica per essere acquistati. Si possono comprare liberamente in farmacia, nelle parafarmacie e negli appositi spazi di vendita all'interno di negozi e ipermercati.

I farmaci da banco costituiscono un sottogruppo della più ampia famiglia dei farmaci Sop (senza obbligo di prescrizione), in quanto possono essere oggetto di pubblicità, la quale è invece vietata per i semplici Sop. Per lo stesso motivo, i farmaci da banco possono essere esposti in vista sul bancone della farmacia, mentre i Sop sono accessibili al cittadino solo tramite il farmacista.

Sia gli Otc che i Sop sono farmaci che appartengono, salvo poche eccezioni, alla fascia C, cioè sono interamente a carico del cittadino.

Generalmente, i farmaci da banco sono farmaci semplici, che pongono rimedio a piccoli disturbi: ricostituenti, lassativi, vitamine, antiacidi, antiemorroidali, antinfiammatori, colliri. Il loro uso più frequente è per curare i sintomi dell'influenza. Nessun farmaco da banco può essere somministrato per iniezione intramuscolare o endovenosa.

La loro scelta è affidata al cittadino, consigliato dal farmacista o dal medico di famiglia. È da ricordare che il loro impiego non è privo di rischi: un loro uso improprio può causare effetti indesiderati e nocivi, soprattutto di natura allergica o tossica.

Come riconoscerli

Tutti i farmaci da banco e quelli senza obbligo di prescrizione devono essere contrassegnati da un bollino di riconoscimento (v. immagine a lato​) stampato o incollato in posizione visibile su tutte le confezioni. Tramite il bollino, obbligatorio, il consumatore può così riconoscere chiaramente quali sono i farmaci da banco Otc e Sop, tra tutti quelli esposti.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos