Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Come viaggiare con il cane al seguito

Sanità In questo Canale:

Come viaggiare con il cane al seguito

A proposito di:

viaggiare con il cane
Viaggiare con il proprio cane al seguito è la soluzione più amata da tutti coloro che si accompagnano a qesti fedeli amici a quattro zampe, in auto​, in treno, in aereo, in traghetto, sulle spiagge e possibilmente negli hotel a quattro zampe. Ecco le regole da seguire

Viaggiare con il cane è un'esigenza particolarmente sentita da tutti coloro che si accompagnano a un fedele amico di specie canina, quando sono in viaggio in auto​, in treno, in aereo, in traghetto, sulle spiagge e possibilmente negli hotel a quattro zampe. Le vacanze sono di sicuro più piacevoli se insieme a noi portiamo anche il nostro animale domestico. L’importante è rispettare tutte le normative in materia per non incorrere in fastidiosi problemi.

Prima di partire

Non dimenticate di portarvi dietro il libretto sanitario, dove sono registrate tutte le vaccinazioni del nostro piccolo amico. Quando si va all’estero, è obbligatorio il passaporto internazionale, rilasciato dai veterinari delle aziende Usl di ogni città, che, oltre alle vaccinazioni, riporta i dati del proprietario dell’animale, i dati identificativi dell’animale ed eventuali indagini diagnostiche e trattamenti terapeutici. È bene inoltre nutrire l’amico a quattro zampe quattro o cinque ore prima del viaggio.

Durante il viaggio
  • In auto: l’animale deve essere collocato sul sedile posteriore separato da una rete divisoria o custodito in apposita gabbia; ricordiamoci di far circolare l’aria in macchina e di non far sporgere l’animale dal finestrino. Le soste frequenti poi agevolano il suo viaggio. Molti cani soffrono il mal d'auto, quindi è bene farli viaggiare a digiuno.
  • In treno: su intercity, intercity plus ed espressi è a loro disposizione l’ultimo scompartimento; sui treni regionali invece è riservata l’ultima carrozza per i cani con i loro padroni.
  • In aereo: gli animali sotto i 10 kg di peso viaggiano in gabbia e sopra i 10 in una gabbia nella stiva dell'aereo; ma è bene informarsi prima della disponibilità posti perché ogni compagnia adotta una normativa propria.
  • In traghetto: viaggiano in gabbie sul ponte della nave o, se di piccola taglia, nelle cabine con i proprietari.
  • Cani per non vedenti: i cani guida per non vedenti viaggiano in qualunque treno/aereo e classe gratuitamente e sono soggetti, al massimo, all'obbligo di indossare la museruola.
A destinazione

Esistono spiagge appositamente attrezzate per godersi una giornata di mare con il proprio cane. Molti alberghi accettano gli animali domestici, ma è consigliabile contattarli per tempo, almeno telefonicamente.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos