Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

14 DIC
Almanacco
Registrati

L'assistenza medica per l'Alzheimer

Sanità In questo Canale:

L'assistenza medica per l'Alzheimer

A proposito di:

In Italia, oltre alle forme di sostegno previste per le situazioni di handicap, sono presenti delle strutture che possono fornire l’assistenza medica appropriata e l’aiuto sanitario e sociale necessario alle persone con la malattia di Alzheimer e alle loro famiglie

Il morbo di Alzheimer è una malattia progressiva che danneggia il cervello e che, nel corso degli anni, dà difficoltà sempre maggiori a vivere la vita quotidiana, fino a non riuscire più ad essere autonomi e ad aver bisogno di assistenza ed aiuto continuo. Per questo, in Italia sono presenti delle strutture che possono fornire l’assistenza medica appropriata e l’aiuto sanitario e sociale necessario.

Al medico di famiglia sono stati attribuiti i compiti di valutare le condizioni di salute della persona, ipotizzare la presenza della malattia e mettere in contatto il malato e la sua famiglia con le Unità Valutative Alzheimer.

Le Unità Valutative Alzheimer, in sigla Uva, sono infatti dei Centri ospedalieri specializzati delle divisioni di neurologia, di psichiatria e di geriatria, che hanno il compito di valutare la gravità della malattia, di stabilire la terapia appropriata, di attivare una serie di iniziative per il sostegno alle famiglie e di assicurare gratuitamente due medicine disponibili in un primo periodo presso il Centro stesso e poi nelle farmacie, su presentazione della ricetta compilata dal medico di famiglia.

La parte di assistenza ai malati e alle loro famiglie, in Italia, è in gran parte ad opera di associazioni di volontariato nazionali e locali. A livello nazionale, le principali associazioni che si occupano di offrire consulenza e sostegno alle famiglie ed ai malati sono la Federazione Alzheimer Italia e l’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, che organizzano, tra le altre, attività di consulenza, di assistenza domiciliare e di aiuto ai familiari.

È da ricordare che il soffrire di questa malattia dà diritto al riconoscimento dell’invalidità, e quindi alle forme di sostegno previste per le situazioni di handicap: il permesso di sosta auto per invalidi; la riduzione dell'orario di lavoro e l’assegnazione della sede di lavoro più vicina per il familiare che assiste il malato; la pensione di invalidità civile; l'indennità di accompagnamento. Le persone malate hanno anche diritto ad ottenere gratuitamente l’assistenza protesica.

Approfondimenti​

Alzheimer - Informazioni e consigli per famigliari e "caregiver" (pdf)

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos