Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Assistenza sanitaria per viaggi in Usa e non solo

Sanità In questo Canale:

Assistenza sanitaria per viaggi in Usa e non solo

A proposito di:

Prima di affrontare il viaggio verso gli Usa o altre mete lontane è sempre meglio stipulare un'assicurazione sanitaria privata che possa esserci d'aiuto in caso di malattia lontano da casa
​​

Per i cittadini che si recano all’estero, in Paesi dove non sono garantite gratuitamente le cure urgenti ambulatoriali e ospedaliere rimborsate dal nostro Servizio Sanitario Nazionale, è consigliabile, prima di partire, la stipula di un'assicurazione sanitaria privata. Soprattutto quando si parte per gli Stati Uniti dove l’assistenza sanitaria ha dei costi molto elevati, sia per i cittadini residenti, sia per i viaggiatori che si trovano sul suo territorio per turismo.

È possibile stipulare la polizza assicurativa privata nell’agenzia di viaggi, nel momento in cui si organizza la vacanza, e sia presso la Compagnia di assicurazioni di riferimento che offre questo tipo di forma assicurativa.

Cosa copre l'assicurazione

La copertura della polizza assicurativa prevede il pagamento diretto delle spese ospedaliere e chirurgiche prestate nel territorio di soggiorno e non solo. Esistono soluzioni assicurative che prevedono anche il rimpatrio aereo sanitario verso l’Italia, il rimborso delle spese di trasporto al centro medico di pronto soccorso all’estero. I rimborsi per le visite mediche, per le spese farmaceutiche prescritte dal medico sul posto e infine anche per le cure odontoiatriche urgenti.

Infine, se il viaggiatore ha un incidente o si ammala all’estero, anche i suoi accompagnatori possono essere tutelati da queste formule assicurative. Può essere previsto, infatti, il rientro in Italia dei familiari o dei compagni di viaggio dell’assicurato, o, al contrario, può essere pagato il viaggio verso il Paese lontano del familiare che dovesse assistere il viaggiatore assicurato durante il suo ricovero in "terra straniera".

Prima di firmare la polizza, è importante leggere molto attentamente tutti i dettagli della scheda informativa, che deve accompagnare il contratto per identificare, punto per punto, tutte le garanzie che spettano al viaggiatore assicurato.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos