Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

Prevenzione dell'influenza

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Prevenzione dell'influenza

A proposito di:

Il vaccino antinfluenzale è destinato solo ai soggetti più a rischio, come gli anziani. Per tutti gli altri, prima di andare in farmacia alla ricerca di farmaci miracolosi, è bene conoscere le poche e semplici precauzioni da osservare per limitare al massimo il contagio

​​​La trasmissione del virus dell’influenza tra persone diverse avviene, in genere, in due modi:

  • per via aerea, attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce;
  • attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.

Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell’influenza. Secondo il Ministero della Salute, le modalità di prevenzione più efficaci sono due:

  • l’igiene respiratoria (contenimento della diffusione derivante dagli starnuti, dai colpi di tosse, con la protezione della mano o di un fazzoletto, evitando contatti ravvicinati se  ci si sente influenzati);
  • lavarsi spesso le mani, in particolare dopo essersi soffiati il naso o aver tossito o starnutito: tale gesto, semplice ed economico, costituisce un rimedio utile per ridurre la diffusione dei virus influenzali, così come di altri agenti infettivi.

Il gesto di lavarsi la mani, sebbene sottovalutato, rappresenta, per il Ministero, l’intervento preventivo di prima scelta. È una pratica riconosciuta, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra le più efficaci per il controllo della diffusione delle infezioni anche negli ospedali.

Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC), tra le misure di protezione personali (cioè non farmacologiche) utili per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza, ed ha raccomandato quelle elencate di seguito.

  1. Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici): fortemente raccomandato.
  2. Buona igiene respiratoria (coprire  bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani): raccomandato.
  3. Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili, specie in fase iniziale: raccomandato.
  4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale, quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali): raccomandato.

Tali misure si aggiungono a quelle basate sui presidi farmaceutici (vaccinazioni e uso di antivirali). La vaccinazione, in particolare, rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze, compresa la mortalità prematura, limitatamente ai gruppi di popolazione ad alto rischio di malattia grave.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos