Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

17 OTT
Almanacco
Registrati

L'osteoporosi

Salute e Prevenzione In questo Canale:

L'osteoporosi

A proposito di:

L’osteoporosi è una patologia provocata da una progressiva riduzione di calcio nelle ossa, tipica dell'età matura, che causa un indebolimento e una maggiore fragilità dell’osso, con conseguente rischio di fratture. Le sue cause sono per lo più naturali

L’osteoporosi è una patologia provocata da una progressiva riduzione di calcio nelle ossa, che causa un indebolimento e una maggiore fragilità dell’osso, con conseguente rischio di fratture sia spontanee sia provocate da cadute o traumi. Le cause della malattia sono prevalentemente naturali, perché, dopo i 40 anni, il processo di distruzione dell'osso prevale su quello ricostruttivo.

Come si riconosce

L’osteoporosi colpisce molto più le donne degli uomini, per diversi motivi: la menopausa; una minore quantità di calcio contenuto nelle ossa; la maggiore durata della vita. L’indebolimento della struttura ossea nelle donne è spesso già riscontrabile intorno ai 55-60 anni, e diventa costante dai 75 anni in su.

I sintomi dell’osteoporosi sono difficilmente riconoscibili. Il dolore osseo dovuto all’osteoporosi viene spesso confuso con l’artrosi. Tuttavia, il dolore dell’artrosi si manifesta all’inizio di un movimento, dopo un periodo di immobilità; in particolare, al mattino, quando ci alziamo dal letto, poi tende a diminuire. Mentre il dolore dell’osteoporosi si manifesta e aumenta quando si sta in piedi e in movimento, e spesso è localizzato nella parte lombare della colonna vertebrale.

Come prevenirla

Per prevenire l’osteoporosi, è essenziale seguire una corretta alimentazione e svolgere un’adeguata attività fisica. Ecco alcuni consigli utili da seguire:

  • fin dall’adolescenza, e per tutto il periodo della crescita, è importante seguire una dieta ricca di calcio, contenuto prevalentemente nel latte, formaggio, verdure verdi, legumi secchi;
  • ogni tanto bisogna prendere un po' di sole, poiché i suoi raggi aiutano la produzione di vitamina D, essenziale per l'assorbimento del calcio;
  • bisogna assolutamente evitare di fumare: le donne forti fumatrici, ad esempio, vanno incontro ad una menopausa precoce (circa 2-3 anni prima);
  • non bisogna esagerare con il caffè e con l’alcol, perché aumentano la perdita di calcio con le urine;
  • va fatto quotidianamente esercizio fisico, il quale aumenta la massa ossea e riduce il riassorbimento del calcio nelle ossa, è sufficiente camminare di buon passo per mezz’ora al giorno.

È consigliabile, a partire dai 50 anni, eseguire una mineralometria ossea computerizzata (Moc), un esame che misura con esattezza la massa minerale ossea, permettendo la diagnosi precoce dell’osteoporosi.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos