Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Il jogging: correre rispettando il cuore

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Il jogging: correre rispettando il cuore

A proposito di:

La corsa è un'attività molto salutare, ma che va fatta con cautela, soprattutto da adulti e nella terza età, rispettando i giusti tempi di allenamento. E poi, per avere benefici, bisogna essere costanti

​Il tipo particolare di corsa chiamato jogging (dal verbo inglese to jog, "procedere a balzi") è molto diffuso, anche in Italia, come esercizio aerobico, salutare per cuore e polmoni, praticabile da chiunque sia in un buono stato di salute. Si differenzia dalla corsa vera e propria per il fatto che la velocità è tipicamente inferiore ai 10 Km orari. In pratica, è una via di mezzo tra il passeggio e la corsa.

Come altri tipi di esercizio aerobico, lo jogging è un modo eccellente di migliorare l'apparato circolatorio, la densità minerale ossea (importante per l'osteoporosi) e la resistenza fisica.

Il jogging nella terza età

Specialmente dopo i sessant’anni, è meglio mantenersi in forma praticando attività aerobiche che aiutano la circolazione e restituiscono la forma fisica, ma senza fare sforzi. Con le dovute precauzioni, il jogging può dare molto beneficio.

Prima di iniziare l’attività, è importante parlare con il proprio medico di fiducia, per sapere quale sia la corretta frequenza cardiaca (numero di battiti del cuore in un minuto) adatta al nostro fisico, quando è sotto sforzo. Durante la corsa, se si è muniti di un cardiofrequenzimetro da polso, si possono controllare le variazioni del proprio battito cardiaco e star attenti a non oltrepassare la "soglia di sicurezza". Tale soglia ha un valore che varia da individuo a individuo.

Come fare

È necessario non sforzarsi, ma procedere rispettando i tempi di allenamento:

  1. da cinque a dieci minuti di riscaldamento, lento e progressivo;
  2. poi una trentina di minuti di corsa vera e propria, con lo stesso ritmo e senza eccessivo affanno;
  3. quindi un graduale rallentamento con ritorno al passo, evitando di fermarsi bruscamente o all'improvviso;
  4. poi è bene continuare a camminare piano per un po', finché il polso e il respiro non siano tornati normali;
  5. terminare infine con qualche esercizio di stretching, utile per distendere la parte posteriore del corpo, dai polpacci alla colonna, che durante la corsa hanno subito forti sollecitazioni.

Così come per il walking, il jogging fa bene se fatto con costanza. Trenta minuti consecutivi di corsa, tre volte alla settimana, aiutano a perdere peso, a migliorare la circolazione sanguigna, a tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue, migliorano la respirazione e allontanano gli effetti nocivi dello stress: la corsa infatti libera endorfine che portano salute e buonumore.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos