Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

22 OTT
Almanacco
Registrati

Il colpo di calore - Cosa fare

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Il colpo di calore - Cosa fare

A proposito di:

In certe condizioni climatiche, lo stress per il corpo può rivelarsi fatale. Meglio essere preparati anche a soccorrere chi subisce un colpo di calore, specie se anziano

​Il colpo di calore è un disturbo che si verifica quando la naturale capacità di regolazione della temperatura corporea è compromessa, a seguito dell'esposizione ad una temperatura troppo alta, associata ad un elevato tasso di umidità e alla mancanza di ventilazione. Può manifestarsi all'aperto, in un ambiente chiuso oppure in un luogo dove non batte direttamente il sole.

I sintomi

Il primo sintomo è rappresentato da un improvviso malessere generale, cui seguono mal di testa, nausea, vomito e sensazione di vertigine, fino ad arrivare a stati d'ansia e stati confusionali. Si può avere perdita di coscienza. La temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41 gradi, ed è seguita da un possibile malfunzionamento degli organi interni, che può condurre persino alla morte.

Cosa fare

Se si sospetta che qualcuno sia vittima di un colpo di calore, occorre chiamare immediatamente il 118. Ed ecco cosa bisogna fare mentre si aspettano i soccorsi:

  • trasportare la persona in un luogo fresco;
  • misurare la temperatura corporea;
  • spruzzare acqua fresca sul corpo o avvolgere la persona in un lenzuolo bagnato e ventilare;
  • se la persona è cosciente, fare bere liquidi e non somministrare farmaci antipiretici (tipo l'Aspirina).
Lo stress da calore

Un disturbo più lieve, rispetto al colpo di calore, ma sempre provocato dalle stesse cause, è lo "stress da calore". In questo caso, un un collasso dei vasi periferici provoca un insufficiente apporto di sangue al cervello.

Tipicamente può verificarsi durante un'attività fisica in un ambiente eccessivamente caldo, specie in persone con una ridotta efficienza cardiaca. Si manifesta con una forte sudorazione, un senso di leggero disorientamento, malessere generale, debolezza, nausea, vomito, cefalea, tachicardia ed ipotensione, oliguria (scarsa emissione di urina), confusione, irritabilità.

Se non viene diagnosticato e trattato immediatamente, può progredire fino al colpo di calore.

​​​
Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos