Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

Gambe: sgonfie e in forma a primavera

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Gambe: sgonfie e in forma a primavera

A proposito di:

Con l'arrivo della primavera anche le gambe richiedono più attenzioni: ecco come averle sempre in forma e pronte per le belle giornate, grazie ad alcuni semplici ma utilissimi consigli su alimentazione e attività fisica

​Con l'arrivo della primavera tornano a galla o si acuiscono alcuni piccoli problemi fisici come il gonfiore delle gambe. Ecco perché diventa importante agire già dai primi sintomi, preparando gli arti inferiori all'arrivo delle temperature più alte tipiche dell'estate.

Comune tra le donne, in misura inferiore tra gli uomini, di ogni età il problema delle gambe gonfie è spesso associato a quella che viene chiamata stasi venosa, ovvero un disturbo del microcircolo rappresentato da una ridotta capacità del sangue di rifluire verso l'alto dopo aver raggiunto i piedi, cioè il punto del corpo posizionato più in basso.

La stasi venosa può presentarsi attraverso differenti sintomi, come gonfiore e formicolio, oltre a prurito e vero e proprio dolore.

Gambe gonfie: come evitarlo

Se con la bella stagione a minare la salute delle gambe contribuiscono temperature più alte, calzature non in grado di contrastare il ristagno venoso oltre alla difficoltà di utilizzare ausili come le calze a compressione graduata, sono molti i trucchi da seguire per tenere a bada tutti i piccoli problemi degli arti inferiori.

Primo e semplice è quello di seguire un'alimentazione più bilanciata, varia e fresca, prediligendo verdura e frutta, soprattutto di stagione, riducendo l'apporto di cibi particolarmente grassi e l'assunzione di sale. Importante è anche non interrompere l'abitudine di bere durante la giornata acqua e tisane con erbe dalle proprietà drenanti e stimolanti; infatti, mettendole in frigorifero una volta preparate possono sostituire le solite bevande dolci e gassate che non solo non tolgono la sete ma contribuiscono anche a gonfiare la pancia.

Pediluvi e docce con acqua fresca o addirittura fredda non dovrebbero mai mancare, oltre all'utilizzo di creme e gel che attraverso il massaggio aiutano a rimettere in moto il microcircolo oltre a ridurre o eliminare i gonfiori grazie al drenaggio manuale.

Preparati a base di centella asiatica, vite rossa o rusco diventano dunque degli ottimi alleati, senza dimenticare che le stesse piante possono fungere da base per ottime tisane, da assumere però solo dopo aver ascoltato il parere del proprio medico curante.

Non meno importante è il movimento fisico: le ore di sole aumentano, le temperature diventano più piacevoli e le occasioni per dedicare del tempo alle passeggiate così come all'attività all'aperto, come walking o jogging, non mancano di certo. Meglio dunque ritagliarsi qualche ora in più per abbandonare la vita sedentaria, causata anche da lavori che impediscono il ritorno venoso, e migliorare la propria condizione fisica.​

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos