Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

19 OTT
Almanacco
Registrati

Le bocce: tra esercizio fisico e benessere mentale

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Le bocce: tra esercizio fisico e benessere mentale

A proposito di:

Il gioco delle bocce viene paragonato alla ginnastica dolce, per i benefici fisici che può dare, visto che dà elasticità alle ossa e migliora la circolazione

Flessibilità, equilibrio, elasticità e concentrazione. Sono le qualità che si richiedono a un vero giocatore di bocce. Questa disciplina, negli ultimi anni, ha coinvolto sempre più appassionati disposti a divertirsi sull’erba, sulle aie, sulle spiagge o sui campi regolamentari. Dai bambini fino alla Terza Età, se ne parla come di uno sport in grado di tenere in esercizio il corpo e dare benessere alla mente.

Fare movimento senza forzare i muscoli, camminare, fare flessioni e allenare le articolazioni: le bocce, per i benefici fisici in grado di dare, sono simili alla ginnastica dolce, che dona elasticità alle ossa e migliora la circolazione.

Il gioco

Le bocce prevedono, tipicamente, due tipi di lanci:

  • l'accosto o la puntata, che è un lancio di precisione mirato a far arrivare la propria boccia il più vicino possibile al boccino; i giocatori che si specializzano in questo tipo di lanci vengono detti "puntisti", o "accostatori";
  • la bocciata (o volo o raffa), che è un lancio effettuato con più forza, di solito con rincorsa, col fine di colpire una o più bocce avversarie, per allontanarle dal boccino, oppure il boccino stesso per allontanarlo; i giocatori specializzati in questo tipo di lanci vengono detti "bocciatori".

A livello internazionale, vengono riconosciute tra diverse discpiline:

  • Raffa, che si pratica con delle bocce di formato più grande ed in materiale sintetico;
  • Volo, anche nota col nome in francese Boule Lyonnaise, che si pratica con bocce grandi e di metallo;
  • Petanque, che si pratica con un tipo di bocce di misura dimensioni inferiori agli altri due.

Poi ci sono le bocce alla libera, un specialità ha poche regole e si svolge su terreni non regolari che presentano buche, sassi, pendenze, ecc. (come ad esempio in spiaggia) e le squadre possono comprendere anche fino a 10 giocatori.

I benefici

Sia che si lanci la propria palla avvicinandola al pallino, oppure si tenti la bocciata, le bocce richiedono sempre e comunque concentrazione e conoscenza di se stessi, due attitudini che questo gioco aiuta a rafforzare.

Sul campo, inoltre, c'è il confronto continuo con gli avversari e socializzare è naturale. Dallo scherzo alla discussione, il dialogo è costante. Giocare a bocce dunque fa bene al corpo e anche alla mente. E non è un caso che sia un'attività prediletta dagli anziani, per mantenersi attivi e vincere la solitudine.

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos