Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

21 LUG
Almanacco
Registrati

Attività fisica: quanta ne dobbiamo fare

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Attività fisica: quanta ne dobbiamo fare

A proposito di:

Fare attività fisica è essenziale non solo per dimagrire, ma anche per prevenire molte malattie e per stare meglio dal punto di vista psicologico. Ecco quanta ne dobbiamo fare, secondo le raccomandazioni degli specialisti

​​Attività fisica e dieta sana: queste sono le chiavi determinanti per essere sempre in salute, sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. Sentirsi in forma è infatti un toccasana non solo per il corpo, maggiormente reattivo e stimolato nelle sue funzioni vitali, ma anche per la mente che risente in maniera minore dei piccoli e grandi acciacchi dovuti alle cattive abitudini, all’età e altri fattori non meno importanti.

Se l’importanza di una corretta e responsabile alimentazione viene ricordata ogni anno dalla Giornata Mondiale dell’Alimentazione, promossa dalla FAO ogni 16 ottobre, lo sport - o più semplicemente una costante attività fisica correlata all’età e allo stato di salute - viene spesso sottovalutata, rimandando al futuro l’inizio di un nuovo stile di vita che potrebbe dare grandi soddisfazioni e altrettanto benessere.

Come ricordato dagli specialisti della salute, per ritrovare il benessere e diminuire drasticamente l’incidenza di malattie croniche, le persone adulte dovrebbero dedicare almeno 30 minuti al giorno all’attività fisica di grado moderato, con cadenza almeno trisettimanale. Sempre sotto controllo medico, necessario per ogni tipo di attività, in alcuni casi e dopo un periodo di allenamento iniziale, è possibile anche intensificare lo sforzo, aumentando di conseguenza i benefici dal punto di vista della tonicità del fisico.

Dieta: perché non deve mancare

Al movimento, da scegliere compatibilmente con le proprie possibilità fisiche e pregresse patologie a carico dell’apparato cardiocircolatorio e osseo, va ovviamente correlata una dieta bilanciata - da decidere sempre in accordo con un medico specialista - limitando il consumo di carne e cibi elaborati, eccessivamente grassi o zuccherati, bevendo molta acqua e privilegiando i prodotti locali e di stagione.

Terza età: nell’attività fisica l’eterna giovinezza

Molti dei piccoli acciacchi possono trovare giovamento nell’attività fisica ma non solo: con una buona forma fisica, tenendo dunque sotto controllo il peso, è possibile ridurre le incidenze di cardiopatie, diabete e colesterolo (solo per citare alcune patologie) che, diversamente, richiederebbero l’utilizzo di medicinali: meglio dunque - quando possibile - una sana passeggiata quotidiana, magari in compagnia o sulle note della propria musica preferita.​

Non meno importante è la funzione psicologica dell’attività fisica regolare: il movimento, infatti, aiuta a produrre serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore; ecco dunque un ulteriore ottimo motivo per convincersi ad abbandonare la poltrona per dedicarsi a se stessi, ritrovando insieme al benessere anche il sorriso.

​Giovani e donne in gravidanza: perché è importante fare sport

Anche bambini e adolescenti, così come le donne in gravidanza che non presenta complicazioni mediche od ostetriche, possono dedicare dai 30 ai 60 minuti al giorno, per almeno tre giorni a settimana, alla ginnastica.

Per le donne incinte, la ginnastica così come lo stretching può aiutare a tenersi in forma e a esercitare la muscolatura in vista del parto, scaricando lo stress accumulato, mentre per i più giovani è un ottimo diversivo dalla vita sedentaria sui banchi di scuola, fonte di divertimento oltre che di tonificazione del corpo troppo spesso sottoposto a carichi eccessivi di zuccheri e grassi dovuti a un’alimentazione ricca di alimenti poco salutari.​

Salus TG

Nuova diffida Anaao per università, rispettare orari lavoro

Diventare mamma cambia il cervello, neuroni 'antenne' sul bebè

Salus TG
Il quotidiano di informazione sulla salute di Adnkronos