Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 SET
Almanacco
Registrati

Acquagym fai da te

Salute e Prevenzione In questo Canale:

Acquagym fai da te

A proposito di:

acquagym
Una guida fai da te con i principali esercizi dell'acquagym, da fare in piscina o al mare, da soli o in compagnia, e godere appieno dei benefici di questa attività salutare, preventiva e adatta a persone di tutte le età, dal momento che non necessita di sforzi eccessivi e non crea traumi
  • ​​​​​​​​Esercizio 1

    Iniziate con l'acqua che vi arriva ai polpacci, poi dopo 5 minuti camminate, immergendovi fino alla vita. Continuate a camminare per altri 5 minuti. Questo esercizio fa molto bene alla gambe, ma aiuta anche la circolazione e leviga la pancia.

    guida pratica acquagym - esercizio 1?

  • Esercizio 2

    Fermatevi in un punto sempre con l'acqua all'altezza dello stomaco. Correte sul posto. Con un ritmo dolce avendo cura di sollevare le punte e di fare forza con la pianta del piede, come se voleste spostare l'acqua. Fate 60 ripetizioni.

    guida pratica acquagym - esercizio 2?

  • Esercizio 3

    Sempre corsa sul posto mantenendo la posizione, questa volta più che correre cercate di slanciare all'indietro prima una gamba e poi l'altra. Ripetete almeno 30 volte.

    guida pratica acquagym - esercizio 3 

  • Esercizio 4

    Di nuovo corsa sul posto, questa volta correte con le ginocchia alzate come se voleste portarle al petto, prima una poi l'altra ripetete per 60 volte.

    guida pratica acquagym - esercizio 4 

  • Esercizio 5

    Sempre sul posto, i classici saltelli a gambe divaricate, chiudere e aprire le gambe. Bastano 3 ripetizioni da dieci salti. Questo stesso esercizio, può essere ripetuto per chi sa nuotare, e per chi è un po' pù in forma, dove non si tocca.

    guida pratica acquagym - esercizio 5 

  • Esercizio 6

    Ancora saltelli ma questa volta incrociando le gambe prima davanti e poi dietro. Ripetete l'esercizio per 3 serie da dieci. Anche quest'esercizio si può fare dove non si tocca.

    guida pratica acquagym - esercizio 6 

  • Esercizio 7

    Esercitiamo un po' le braccia. Immergetevi in acqua fino al collo, braccia aperte, chiudete e aprite, utilizzando le mani per spostare una maggior quantità di acqua. Quando le braccia si chiudono, i palmi devono essere rivolti in avanti;​ quando le braccia si riaprono, palmi rivolti verso l'esterno, per creare maggiore attrito con l'acqua. Eseguitene 4 serie da 10.

    guida pratica acquagym - esercizio 7 

  • Esercizio 8

    Sempre con l'acqua alle spalle braccia piegate, palmi delle man​i rivolte verso l'alto. Portare alternativamente le mani alle spalle, le mani devono fare quanto più attrito è possibile con l'acqua. Ripetere almeno 4 serie da 10.

    guida pratica acquagym - esercizio 8 

  • Esercizio 9

    Sempre con l'acqua che arriva alle spalle, braccia lungo i fianchi palmi ben aperti e rivolti verso l'esterno, sollevare, poi girare i palmi verso l'interno e riportare le braccia lungo i fianchi. Più i palmi sono aperti maggiore sarà l'attrito con l'acqua e migliore la resa dell'esercizio. Ripetere almeno 40 volte.

    guida pratica acquagym - esercizio 9 

  • Esercizio 10

    Un esercizio che potrà sembrare un po' strano ma che fa bene a braccia e glutei è questo: sempre con l'acqua alle spalle bisogna cercare di sculacciarsi con la maggior forza possibile i glutei e i fianchi, per almeno un minuto o due.

    guida pratica acquagym - esercizio 10 

  • Esercizio 11

    Sempre acqua fino alle spalle, braccia piegate pugni aperti​​​​, ruotate le braccia in senso orario, il più velocemente possibile per almeno 60 secondi, ripetete l'esercizio per altri 60 secondi, girando le braccia in senso antiorario.

    guida pratica acquagym - esercizio 11 

  • Esercizio 12

    Passiamo agli addominali: volendo è possibile reggersi ad una boa, alle scalette di una barca, o al bordo della piscina. Non vanno fatti nell'acqua altissima ma è necessario che i piedi non tocchino. Fate finta di star seduti, con le gambe distese, divaricate le gambe e richiudetele, tenendo la posizione con i muscoli addominali. L'esercizio vi tiene a galla ma aiutatevi chiudendo e aprendo le braccia. Ripetere l'esercizio almeno 20 volte.

    guida pratica acquagym - esercizio 12 ​
  • Per effettuare il test devi avere effettuato l'accesso a Intrage: