Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

15 DIC
Almanacco
Registrati

Presto: contratti di prestazione occasionale

Lavoro In questo Canale:

Presto: contratti di prestazione occasionale

A proposito di:

I Presto sono i nuovi contratti di prestazione occasionale. Creati in due diverse tipologie, coprono prestazioni limitate nel tempo sia nell'ambito della famiglia che del lavoro autonomo e delle piccole imprese

Si chiamano Presto e sono i contratti di prestazione occasionale che sostituiscono i voucher o buoni lavoro precedentemente utilizzati ed eliminati a marzo 2017. Le due nuove forme di contratto per prestazioni non continuative si distinguono in Libretto famiglia e Contratto di prestazione occasionale: ecco in cosa consistono.

Libretto famiglia

Il Libretto famiglia è la formula di contratto dedicata ai lavori domestici, come pulizie, manutenzione della casa e del giardino, all'assistenza domiciliare di bambini, anziani o persone con disabilità, fino all'insegnamento supplementare.

I pagamenti vengono effettuati ogni giorno 15 del mese secondo l'importo stabilito dal datore di lavoro. Ogni titolo per prestazione con durata fino a un'ora ha un valore stabilito di 10 euro nominali o multipli di esso, con un netto di 8 euro.

Contratto di prestazione occasionale

Il Contratto di prestazione occasionale è una nuova tipologia di contratto dedicata alle imprese, comprese quelle appartenenti al settore agricolo, con massimo 5 dipendenti, a professionisti, imprenditori e lavoratori autonomi e alla Pubblica Amministrazione. Possono inoltre beneficiarne anche enti di natura privata quali associazioni e fondazioni.

I pagamenti vengono effettuati, come nel caso precedente, ogni 15 del mese e dovranno rispettare il minimo salariale, stabilito in 9 euro all'ora, e il compenso minimo giornaliero fissato a 36 euro. Differente è invece il compenso stabilito per il settore agricolo, con un minimo orario basato sulle aree di appartenenza del contratto nazionale; resta invece invariata la retribuzione minima di 4 ore di lavoro al giorno.

Presto: regole di utilizzo

I Presto, sia nel caso di Libretto di famiglia che Contratto di prestazione occasionale, sono regolati da una normativa che ne stabilisce il limite temporale ed economico di utilizzo annuale per lavoratore e datore.

Per i datori, è necessario:

  • effettuare la registrazione al sito Inps (online o tramite contact center) per la gestione del conto elettronico collegato ai pagamenti mensili sul quale vengono effettuati versamenti tramite F24
  • effettuare la comunicazione di svolgimento della prestazione all'Inps secondo le seguenti modalità:
    • Libretto famiglia: entro il giorno 3 del mese successivo
    • Contratto di prestazione occasionale: 60 minuti prima dell'inizio (revocabile entro 3 giorni)

Inoltre, datori e lavoratori non potranno superare:

  • 5000 euro l'anno per il compenso delle prestazioni, con 2500 euro di tetto per lavoratore / datore singolo
  • 280 ore l'anno di lavoro.

Per incassare il versamento, i lavoratori dovranno essere in possesso di uno a scelta tra conto corrente / libretto postale / carta di credito evoluta (dotata di Iban) o avere la possibilità di incassare l'importo presso gli sportelli postali sul territorio tramite bonifico domiciliato.