Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

14 DIC
Almanacco
Registrati

Prestazioni Inps per i lavoratori parasubordinati

Lavoro In questo Canale:

Prestazioni Inps per i lavoratori parasubordinati

A proposito di:

Per i lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione Inps spettano alcuni aiuti in caso di malattia, maternità e di figli a carico: ecco quali sono

Ai lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata Inps, che non sono iscritti in altre gestioni pensionistiche, sono riconosciuti l’indennità di maternità, l’indennità di malattia e l’assegno per il nucleo familiare.

Indennità di maternità

Alle madri lavoratrici, iscritte alla gestione separata dell’Inps, spetta un’indennità di maternità per i due mesi antecedenti la data del parto e i tre mesi successivi alla stessa data. Per il diritto all’indennità di maternità è necessario che risultino accreditate almeno tre mensilità di contribuzione nei dodici mesi precedenti il periodo di maternità. L’indennità di maternità spetta anche in caso di adozione o affidamento, nel caso in cui il bambino sia nato morto o sia deceduto dopo il parto o qualora ci sia una interruzione di gravidanza dopo il 180° giorno di gestazione.

È prevista anche una indennità di paternità. Infatti, in caso di morte o di grave infermità della madre o di abbandono del figlio, nonché in caso di affidamento esclusivo del bambino al padre, il lavoratore padre iscritto alla gestione separata dell’Inps ha diritto all’indennità di paternità per i tre mesi successivi alla data effettiva del parto o del periodo residuo che sarebbe spettato alla madre lavoratrice. La stessa è riconosciuta anche al padre adottivo o affidatario, qualora la madre non ne faccia richiesta.

L’indennità spetta nella misura dell’80 per cento del reddito derivante da collaborazione coordinata e continuativa o derivante da lavoro libero professionale prodotto nei dodici mesi precedenti l’astensione per maternità. La stessa è corrisposta dall’Inps a domanda dell’interessato corredata dalla certificazione richiesta.

Indennità di malattia

I lavoratori parasubordinati che non sono iscritti in altre gestioni pensionistiche hanno diritto all’indennità di malattia per i periodi di degenza ospedaliera, per un massimo di 180 giorni all’anno. L’indennità viene erogata dall’Inps, dietro presentazione di apposita domanda, da redigere entro 180 giorni dalla data di dimissione ospedaliera e corredata da autocertificazione dei redditi percepiti.

L’indennità di malattia viene erogata solo nei confronti dei lavoratori a cui siano accreditati almeno tre mensilità di contributi alla gestione separata e che siano in possesso di un reddito non superiore al 70 per cento del massimale su cui si versano i contributi.

Dal 1 gennaio 2007, inoltre, i lavoratori atipici iscritti alla Gestione separata, possono ottenere anche un'indennità giornaliera, per le malattie che durano non meno di quattro giorni.

Assegno per il nucleo familiare

Agli iscritti alla gestione separata è estesa la disciplina dell’assegno per il nucleo familiare prevista per i lavoratori dipendenti. L’assegno viene corrisposto dall’Inps dietro presentazione di apposita domanda dell’interessato.