Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

17 OTT
Almanacco
Registrati

Licenziamento ad nutum

Lavoro In questo Canale:

Licenziamento ad nutum

A proposito di:

Per licenziamento ad nutum s'intende il caso in cui il datore di lavoro licenzia il lavoratore senza fornire alcuna motivazione e senza motivazione di giusta causa, ma con l'unico vincolo del preavviso. Si applica in vari casi, tra cui il lavoro domestico di colf e badanti

​Il Codice Civile consente a ciascuno dei contraenti di recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato senza fornire alcuna motivazione ("ad nutum"), e senza motivazione di giusta causa, ma con l'unico vincolo del preavviso.

Dopo le modifiche introdotte dalla Legge n. 108 del 1990, il datore di lavoro può licenziare il lavoratore senza comunicare la decisione per iscritto e senza motivarla (Art. 2118 c.c.) solo nei confronti di particolari categorie:

  • lavoratori domestici;
  • coloro che hanno raggiunto l'età pensionabile;
  • lavoratori assunti in prova, per tutto il periodo di prova e fino a 6 mesi dall'assunzione;
  • lavoratori assunti in prova;
  • dirigenti;
  • sportivi professionisti;
  • apprendisti (al termine dell'apprendistato).
Raggiungimento dell'età pensionabile

Quando la persona con contratto di lavoro dipendente raggiunge l'età pensionabile, diventa licenziabile senza giusta causa, cioè senza potersi avvalere dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.

I lavoratori che possono beneficiare dell'articolo 18, cioè che lavorano in imprese con più di 15 dipendenti, possono però godere di un'estensione di tali tutele anche dopo il raggiungimento dell'età pensionabile, se vogliono continuare a lavorare. Ciò è reso possibile dalla Legge n. 214 del 2011, che prevede incentivi, nel calcolo della pensione, per chi vuole continuare a lavorare fino a 70 anni e che estende l'efficacia dell'articolo 18 per tutta la durata del periodo lavorativo.

Invece, i dipendenti di imprese con meno di 15 dipendenti, nelle quali non si applica l'articolo 18, possono essere licenziabili "ad nutum" appena raggiunta l'età minima per il pensionamento.