Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Indicatore di compliance: ecco cosa sostituirà gli studi di settore

Fisco In questo Canale:

Indicatore di compliance: ecco cosa sostituirà gli studi di settore

A proposito di:

A breve si potrà dire addio agli studi di settore, rimpiazzati dall'indicatore di compliance o affidabilità, un indice sintetico che indicherà il grado di affidabilità di ogni contribuente basato sull'attività economica prevalente

​Gli studi di settore sono un incubo per moltissimi professionisti e aziende che, ogni anno, si ritrovano a fare i conti con il sistema che indica il reddito minimo per ogni attività lavorativa di stampo privato. Secondo quanto annunciato dal Ministero dell'Economia, gli studi di settore saranno sostituiti gradualmente da quelli che saranno chiamati indicatore di compliance o affidabilità, ovvero un sistema in grado di valutare l'affidabilità dei contribuenti.

Indicatore di compliance: cos'è e come funziona

Costituito da un dato sintetico, una volta messo a punto l'indicatore di compliance sarà un vero e proprio sistema in grado di identificare il grado di affidabilità del contribuente basato sull'attività economica prevalente, specifico per ogni tipo o gruppo di attività. Alla base degli elementi che lo costituiranno, vi saranno il reddito di impresa e il valore aggiunto, i quali andranno a integrarsi ai ricavi, stime in grado di aderire al meglio alla realtà e nuove metodologie di individuazione dei modelli organizzativi.

Se, in base ai dati comunicati, il contribuente è in grado di raggiungere un grado alto dell'indice avrà la possibilità di accedere al sistema che eviterà di essere sottoposti ad alcune tipologie di accertamento, oltre a permettere l'accesso rapido ai rimborsi fiscali e una riduzione del periodo stesso di accertabilità.

In caso contrario, l'Agenzia delle Entrate comunicherà al contribuente il risultato del posizionamento rispetto all'indice sintetico dell'indicatore di affidabilità, ponendo l'attenzione a tutte le sue parti non ritenute coerenti e aiutandolo a migliorare per poter rientrare nei parametri stabiliti per la propria professione.​