Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

Il modello 730 precompilato

Fisco In questo Canale:

Il modello 730 precompilato

A proposito di:

modello 730 precompilato
Il 730 precompilato consente ai lavoratori dipendenti e ai pensionati di usufruire del modello 730 già compilato con tutti i dati. Il primo anno è sperimentale e il contribuente deve indicare le spese detraibili, poi pensa a tutto il Fisco

​​​​​Il 730 precompilato interessa circa 17 milioni di italiani, tra lavoratori dipendenti e pensionati, nelle cui abitazioni l'Agenzia delle Entrate è previsto che recapiti direttamente la dichiarazione dei redditi completa di tutti i dati; per i redditi prodotti nel 2016, è possibile ​​scaricarlo a partire dal 15 aprile 2017.

​​Il 730 precompilato è ancora sperimentale, dal momento che la dichiarazione deve essere parzialmente integrata dal contribuente. Quella che viene messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate​ contiene i seguenti dati:

  • la dichiarazione dell'anno precedente e i versamenti già eseguiti;
  • i dati già contenuti nell’anagrafe tributaria (quelli anagrafici, i parenti a carico, gli immobili e i terreni posseduti);
  • quelli trasmessi da soggetti terzi (ad esempio banche, assicurazioni ed enti previdenziali);
  • quelli contenuti nelle certificazioni dei sostituti d’imposta (i quali dovranno aver già comunicato all'Agenzia i redditi da lavoro e le trattenute effettuate).

Dal 2016 vengono inseriti anche i dati relativi alle spese sanitarie, che Asl e farmacie saranno tenute a comunicare all'Agenzia delle Entrate grazie alla tessera sanitaria; dal 2017 a questi dati si aggiungono anche i dati di farmaci da banco, parafarmacie, occhiali e lenti a contatto.

A questi dati si aggiungono inoltre le detrazioni per spese veterinarie, acquisto mobili ed elettrodomestici, interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica (Ecobonus).

Quando il cittadino prende visione della dichiarazione (sarà possibile farlo solo online), può accettarla così com’è oppure modificarla, rettificando i dati e aggiungendone altri. Quest'ultima operazione può compierla da solo, se è in grado di farlo, oppure grazie all'assistenza di un Caf o di un commercialista.

Sebbene la scadenza di presentazione fosse stata fissata per il 7 luglio, è stato deciso di effettuare una proroga alla consegna dei modelli fissata per il 23 luglio per alcuni casi specifici.

Per poter sfruttare il cambiamento di data, i contribuenti potranno consegnare i modelli ai professionisti abilitati e Caf entro la nuova data stabilita a patto che, al 7 luglio, abbiano già inviato l'80 per cento delle dichiarazioni pervenu​te; in alternativa, sarà necessario provvedere autonomamente all'invio tramite il sito web dell'Agenzia delle Entrate. T​ale slittamento potrebbe però influire sui rimborsi che potrebbero arrivare nella busta paga o pensione con un mese di ritardo.

L'Agenzia dell​e entrate può effettuare controlli nei confronti del contribuente in merito alla reale sussistenza delle condizioni che danno diritto alle detrazioni, quali per esempio le detrazioni per i carichi di famiglia, alle deduzioni e alle agevolazioni.

Come fare​​

Per prendere visione del 730 precompilato è necessario accedere al sito dell'A​genzia delle Entrate, utilizzando un Pin fornito dall'Agenzia stessa. L'operazione può essere compiuta in alternativa da un Caf o da un commercialista​, ma in tal caso va fornita loro un'apposita delega.

Il Pin può essere ottenuto con tre modalità diverse:

  • facendo richiesta direttamente online sul sito dell'Agenzia;
  • tramite il call center 848.800444 al costo di una chiamata urbana;
  • recandosi presso un ufficio dell'Agenzia con un documento d'identità.​

​Nell'apposita sezione è possibile prendere visione del proprio modello 730 e scaricarlo, assieme alle relative informazioni su debiti o crediti nel confronti del Fisco. È importante in questa fase controllare che non ci siano errori o dati incompleti.​

Il modello va poi presentato entro il 7 luglio. L'eventuale delega al Caf o professionista va fatta anch'essa direttamente online, sullo stesso sito.

Spese mediche e farmaceutiche: come fare?

Il 9 febbraio è stato fissato come termine ultimo per l'invio dei dati delle spese mediche​ effettuate nell'anno 2016, grazie agli 8 giorni di proroga concessi ai professionisti che si occupano dell'invio dei dati di lavoratori dipendenti e pensionati e alle associazioni di categoria; una proroga, rispetto alla data del 1° febbraio precedentemente stabilita dall'Agenzia delle Entrate.

Non sono riportate nel 730 precompilato, invece, le spese farmaceutiche: non sono infatti più in possesso dei farmacisti tutti i dati che riguardano i farmaci da banco venduti senza alcuna prescrizione mentre, quelle acquistate tramite ricetta rossa, sono già stati acquisti dal sistema Tessera Sanitaria.

​Inoltre, fino al 31 gennaio 2017 cancellazione dei dati presenti tra le spese mediche del 730 precompilato; tale diritto può essere esercitato sia dal cittadino a cui è intestato il 730 che ai coniugi e figli maggiori di 16 anni a carico. A partire dal 10 di gennaio e fino al 9 marzo è possibile visualizzare tutte le informazio​ni in merito presenti sul sito Tessera S​anitaria​ ed effettuare personalmente la cancellazione delle voci di spesa non desiderate, al fine di tutelare la privacy; lo stesso può essere fatto tramite i numeri telefonici messi a disposizione: da telefono fisso 848 800 444; da telefono cellulare 06 96668907; dall'estero +39 06 96668933.​