Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

Social card e carta acquisti 2016

Famiglia In questo Canale:

Social card e carta acquisti 2016

A proposito di:

La social card o Carta acquisti è una carta prepagata ricaricata dallo Stato ogni mese, che permette di effettuare acquisti in esercizi commerciali convenzionati e abilitati, pagare le bollette, e ricevere sconti nei negozi che aderiscono all'iniziativa

​​​​​​​​​​​La social card o Carta acquisti è una carta prepagata ricaricata dallo Stato che permette di effettuare acquisti di spesa alimentare, sanitaria ed effettuare il pagamento delle bollette della luce e del gas​.

È inoltre possibile ricevere il 5 percento di sconto in alcuni negozi e farmacie convenzionate; l’elenco di queste attività commerciali è disponibile sul sito del Ministero dell’Economia e delle finanze.

Erogata a partire da dicembre 2008, la carta acquisti è destinata a nuclei familiari con membri dai 65 anni in su a basso reddito e minori di 3 anni.

I requisiti per richiedere la Social card​​

Per richiedere la social card ordinaria, ovvero un bonus di 40 euro mensili disponibili su una carta di credito fornita insieme al pin per il suo utilizzo, i requisiti sono:

  • ​​​​ per persone con età​ superiore ai 65 anni (da solo o, se sposato, cumulato al coniuge):
    • per i membri di età compresa tra 65 e 69 anni, il reddito Isee non deve superare il tetto di 6.788,61 euro;
    • per i membri di​​ età superiore a 70 anni, il reddito Isee non deve superare i 9.051,48​​ euro;
    • non essere in possesso​ di più di un immobile a uso abitativo con quota superiore al 25%;
    • non essere in possesso di più di un immobile a uso non abitativo o accatastato nella categoria C7 con quota superiore al 10%;
    • non essere intestatari di più di un'utenza domestica per la corrente elettrica;
    • non essere intestatari di più di due utenze domestiche per il gas;
    • non essere proprietari di più di due autoveicoli;
    • non essere titolari di un patrimonio mobiliare superiore a 15.000 euro (come da dichiarazione Isee);
    • non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni (istituto di lunga degenza o di pena​)​​.
  • ​Per i bambini con età inferiore ai 3 anni​​ (insieme a chi ne esercita la patria podestà o agli affidatari):​
    • ​​​essere in possesso di un Isee, in corso di validità, inferiore a 6.788,61 euro per il 2016;
    • non essere in possesso​ di più di un immobile a uso abitativo con quota superiore al 25%;
    • non essere in possesso di più di un immobile a uso non abitativo o accatastato nella categoria C7 con quota superiore al 10%;
    • non essere intestatari di più di un'​utenza domestica per la corrente elettrica;
    • non essere intestatari di più di due utenze domestiche per il gas;
    • non essere proprietari di più di due autoveicoli;
    • non essere titolari di un patrimonio mobiliare superiore a 15.000 euro (come da dichiarazione Isee);

Per ogni altra informazione è disponibile il numero verde 800.666.888 e il sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze; è inoltre disponibile il contact center di Inps al numero 803.164​.

Come effettuare la richiesta

Per effettuare la richiesta, è necessario compilare un modulo, disponibile on line sul sito di Poste Italiane​, da consegnare insieme a una copia della carta di identità e attestato Isee; tali documenti devono essere presentati agli uffici postali territoriali abilitati e hanno validità annuale.​​

La richiesta ha validità annuale​​ e scade il 15 gennaio, data della scadenza di validità dell'Isee.