Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

Le lampadine a basso consumo

Famiglia In questo Canale:

Le lampadine a basso consumo

Le lampadine a risparmio energetico, la cui commercializzazione è obbligatoria dal settembre 2012, consumano meno, hanno una maggiore luminosità e durano più a lungo, rispetto a quelle tradizionali a incandescenza. Anche i costi scendono sempre più rapidamente

La normativa europea (regolamento numero 244 del 2009) ha imposto un progressivo abbandono delle tradizionali lampade ad incandescenza, terminato il 1 settembre 2012, a favore dell’adozione di lampadine a basso consumo, cioè le lampadine LED, fluo compatte e alogene.

Restano in commercio le lampadine speciali, quelle destinate all’illuminazione non di ambienti domestici ma altri apparecchi come frigoriferi, cappe, forni, macchine da cucire. Le vecchie lampadine non vanno gettate nei rifiuti comuni, ma conferite nell'apposita eco-piazzola predisposta dal Comune per i rifiuti speciali.

Ma per i consumatori cosa cambia? Le nuove lampadine a risparmio energetico consumano meno, hanno una maggiore luminosità, durano più a lungo, ma hanno un costo maggiore. La spesa iniziale tuttavia si ammortizza nel tempo.

Un esempio. Una lampadina ad incandescenza da 60 watt produce la stessa luce di una lampadina a risparmio energetico da 11 watt: in media la prima dura 1.000 ore, la seconda 10.000 ore. Una vecchia lampadina costa di media 1 euro, la nuova 10 euro ma il consumo è di circa l’80% in più rispetto ai nuovi prodotti a basso consumo. Le lampade a risparmio energetico sono più efficienti perché trasformano una maggiore quantità di energia in luce, il 20% rispetto al 5% delle vecchie lampadine e illuminano fino a 5 volte di più.

Quando si vanno a comprare le nuove lampadine, come facciamo a sapere quale potenza espressa in Watt conviene acquistare per avere una quantità di luce pari o superiore?

In sintesi:
  • per sostituire una vecchia lampadina da 10, 15 o 25 watt , va acquistata una lampadina a risparmio energetico da 7 watt;
  • per una vecchia lampadina da 40 watt, ce ne vuole una nuova da 10 watt;
  • per una da 60 watt, una nuova da 11 watt;
  • per una da 75 watt, una nuova da 14 watt;
  • per una da 100 watt e superiori una nuova da 20 o da 40 watt.