Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

11 DIC
Almanacco
Registrati

Fondo nuovi nati e sospensione rate mutuo

Famiglia In questo Canale:

Fondo nuovi nati e sospensione rate mutuo

A proposito di:

Prestiti a tasso fisso per i neo-genitori e sospensione delle rate del mutuo per dodici mesi per le famiglie in difficoltà. Questi due provvedimenti mirano a favorire l’accesso al credito dei cittadini in una difficile congiuntura economica

Prestiti a tasso fisso per i neo-genitori e sospensione delle rate del mutuo per dodici mesi per le famiglie in difficoltà. Sono due provvedimenti che mirano a favorire l’accesso al credito dei cittadini, in una difficile congiuntura economica. Vediamo nel dettaglio le misure.

Fondo di credito per i nuovi nati

Un prestito di 5 mila euro a tasso fisso per cinque anni, TAEG al 5,97%: lo possono chiedere i genitori di figli nati o adottati nel 2012, 2013 e 2014. Lo ha stabilito il Governo, con un decreto del 10 settembre 2009. Questa iniziativa, collegata alla manovra anti-crisi, stanzia risorse finanziarie per le famiglie in difficoltà.

L’agevolazione deve essere richiesta entro il 30 giugno dell'anno successivo alla nascita o all'adozione del minore. Nel caso di potestà o affido condiviso è ammesso un solo prestito. Per i genitori di bambini affetti da una malattia rara è prevista un ulteriore beneficio: il tasso di interesse annuale si abbatte fino allo 0,5 per cento, ma è necessario allegare alla domanda un documento rilasciato da una struttura sanitaria pubblica, che attesti il tipo di patologia di cui soffre il minore.

Sospensione rate mutuo per 12 mesi

Sospensione delle rate del mutuo, agevolazioni per ottenere prestiti dalle banche, sostegni in caso di perdita di lavoro. Sono alcune misure previste dal Piano famiglie, promosso dall’Abi, Associazione bancaria italiana, che ha l’obiettivo di favorire cerdito e liquidità alle famiglie. Dal 1° gennaio 2010, i cittadini in difficoltà possono richiedere la sospensione delle rate del mutuo fino a 18 mesi. La famosa moratoria è periodicamente rifinanziata. L'ultima scadenza è prevista per il 31 marzo 2013.

La misura è diretta a famiglie in condizioni disagiate a causa di: perdita del posto di lavoro a tempo indeterminato o termine di un contratto a tempo determinato o parasubordinato; decesso di un membro della famiglia percettore di reddito; componenti del nucleo familiare in situazione di cassa integrazione.