Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

20 OTT
Almanacco
Registrati

Come risparmiare sull'acqua potabile in casa

Famiglia In questo Canale:

Come risparmiare sull'acqua potabile in casa

A proposito di:

Tutti i consigli pratici per risparmiare sul consumo di acqua potabile - un bene sempre più prezioso - all'interno dell'abitazione, dall'installazione degli impianti più idonei, fino al modo migliore di innaffiare le piante

​L’acqua potabile che ogni giorno esce dai rubinetti di casa è un bene prezioso che a volte si spreca per disattenzione o noncuranza con ripercussioni sulla bolletta e sull’ambiente. L’attenzione all’emergenza idrica, al centro delle politiche mondiali, parte anche da un corretto consumo che ogni cittadino ne fa. Ecco qualche piccolo consiglio utile per risparmiare.

Miscelatori dell’acqua. Applicati ai rubinetti o alle docce consentono di consumare meno acqua perché la  miscelano all’aria senza alterarne il gettito e la potenza.

Controlli periodici all’impianto idrico. Basta chiudere tutti i rubinetti e osservare il contatore dell’acqua. Se gira lo stesso vuol dire che esiste da qualche parte una perdita inutile e dannosa. È quindi utile chiamare l’idraulico.

Doccia o bagno? Per risparmiare è meglio la doccia. Si consuma la metà dell’acqua.

Saponi. Anche il tipo di detergente è importante quando si fa la doccia o il bagno. Se si usano quelli meno aggressivi s’impiega meno tempo per risciacquarsi e si preserva anche la salute della pelle.

Wc. Lo sciacquone è una delle maggiori fonti di spreco. Se lo si vuole cambiare è bene scegliere modelli a doppio tasto o quelli con manovella in modo da regolare lo scarico. Oppure, chi non lo vuole cambiare, può regolare il galleggiante o mettere una bottiglia da un litro di plastica piena, chiusa e senza etichetta dentro la vaschetta, se questa è grande.

Perdite e gocciolamenti. Evitarli sempre riparando appena possibile rubinetti e wc non perfettamente funzionanti.

Lavaggi personali. Quando ci si lava i denti, i capelli o le mani, o quando ci si fa la barba è opportuno aprire il getto solo nel momento in cui è necessario senza lasciare scorrere sempre l’acqua per svariati minuti.

Lavatrici e lavastoviglie. Avviarle sempre a pieno carico e se si devono acquistare nuove scegliere quelle con getto d’acqua a pioggia.

Riciclare l’acqua. Se si ha un giardino o un ampio terrazzo è utile predisporre una vasca per la raccolta dell’acqua piovana per poterla usare in varie attività come il lavaggio dell’auto e l’annaffiatura del giardino.

Annaffiare le piante. Farlo di sera o di mattina presto per evitare che l’acqua evapori eper dare beneficio alle stesse piante. In molti casi si può usare l’acqua che è stata utilizzata per sciacquare la frutta e la verdura, quando si è provveduto a raccoglierla dopo l’uso, in una bacinella.