Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

8 dicembre: festa dell'Immacolata Concezione

Famiglia In questo Canale:

8 dicembre: festa dell'Immacolata Concezione

A proposito di:

L'8 dicembre la religione cristiana celebra i riti dedicati all'Immacolata Concezione, ovvero il concepimento e la nascita della Vergine Maria senza il peccato originale. Ecco l'origine di questa celebrazione e come viene ancora oggi festeggiata in alcune città italiane

​​​L’8 dicembre si festeggia la ricorrenza dell’Immacolata Concezione, giornata in cui i cattolici ricordano la Vergine Maria, madre del Figlio di Dio. Concepita dai genitori, i Santi Gioacchino e Anna, per privilegio concesso da Dio Maria nasce senza il peccato originale; il dogma legato a colei benedetta tra le donne è stato promulgato l’8 dicembre 1854, per volere del beato Pio IX in una cerimonia tenuta nella Cappella Sistina di Roma.

Molte sono le celebrazioni in Italia e nel mondo durante l’8 dicembre ma, tra le più importanti, vi è quella che ogni anno si tiene a Roma a partire dal 1953 grazie a Papa Giovanni XXIII. Dopo l’Angelus in Piazza San Pietro alle ore 12, nel pomeriggio (ore 16) il Papa si reca in piazza Mignanelli, accanto a Piazza di Spagna, per la venerazione della statua posta sulla cima della colonna dell’Immacolata circondata di fiori e di fedeli che accorrono da tutta la nazione; la cerimonia in presenza del Santo Padre viene anticipata dall’omaggio dei Vigili del Fuoco che, dal 1923, alle ore 7,30 della mattina, si recano in saluto ponendo sulla statua una ghirlanda di fiori in ricordo dei 220 colleghi che, nel 1857, eressero il monumento diretti dall’architetto Luigi Poletti.

Lo stesso giorno, sempre nella Capitale, si accende l’albero di Natale posizionato in Piazza Venezia, davanti al grande monumento dedicato dell’Altare della Patria; tradizione vuole che proprio l’8 dicembre le famiglie si riuniscano per addobbare l’abete con decorazioni e candele, ormai sostituite quasi completamente da fili di luci colorate. L’albero, un abete di 20 metri, è stato donato dal Comune di Pinzolo-Madonna di Campiglio con la collaborazione della comunità delle Giudicarie. Al tradizionale mercatino di Piazza Navona, completamente rinnovato per il 2016, si affianca quello tra Via dell’Oceano Pacifico e Via della Grande Muraglia, ovvero “Passeggiata di Natale” giunto alla seconda edizione.

Milano, invece, l’8 dicembre arriva giusto dopo un’altra importante giornata di festa: il 7 dicembre si ricorda infatti Sant’Ambrogio, protettore della città; in questi due giorni consecutivi di celebrazioni prima del Natale molti milanesi si dedicano agli acquisti per il 25 dicembre, visitando molti dei mercatini natalizi allestiti per le festività. Dopo la tappa obbligata in Galleria Vittorio Emanuele II per ammirare l’albero di Natale Swarowski alto oltre 12 metri, è possibile fare incetta di decorazioni per il presepe, altra tradizione della giornata alla quale ogni anno andrebbe aggiunta una nuova satuetta, tra il Mercatino in Piazza Duomo, il Darsena Christmas Village e la fiera storica degli Oh Bej! Oh Bej! inaugurata il giorno prima.

​​​Sebbene questa tradizione stia scomparendo in alcune località, quella dei fuochi è una delle tipiche espressioni del sud Italia collegate alla festività dell’Immacolata Concezione; con grandi falò accesi davanti alle chiese circondati da tantissime persone accorse per l’occasione, sacro e profano si uniscono nelle celebrazioni della Vergine Maria e del raccolto contadino. In questa occasione si mangiano anche dolci tradizionali, come le pettole, dando un morso ai sapori tipici delle festività in arrivo.​