Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

13 DIC
Almanacco
Registrati

Scampagnate e gite fuori porta: idee di viaggio

Consumatori In questo Canale:

Scampagnate e gite fuori porta: idee di viaggio

A proposito di:

Con il bel tempo e le giornate più lunghe e luminose la voglia di gite fuori porta e scampagnate aumenta. Da nord a sud scopriamo quali sono alcune delle mete imperdibili da visitare assolutamente almeno una volta nella vita

Con l'arrivo della primavera o sfruttando i primi giorni di autunno, quando il clima è tiepido e consente lunghe e piacevoli camminate, l'idea della gita fuori porta è ricorrente nei weekend di molti italiani. Lontano dalle solite location e alla scoperta di mete meno conosciute ma non per questo meno affascinanti o piacevoli, è possibile scoprire località e scorci da far sognare a occhi aperti.

Gita fuori porta a tema storico/artistico

Con la zona longobarda nominata Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, Cividale (UD) deve la sua nascita alla volontà di Giulio Cesare; tra il Tempietto Longobardo e l'Ipogeo Celtico, due piccoli gioielli di grande valore artistico spunta anche il Ponte del Diavolo, simbolo della cittadina e costruzione legata alla leggenda che lo vuole costruito dal diavolo in persona.

Tra le colline della provincia di Pesaro Urbino spunta il suggestivo castello di Gradara, cornice dell'amore infelice da Paolo e Francesca raccontati da Dante nelle pagine della Divina Commedia; oltre al castello, è possibile godere della bellezza del borgo anche grazie ai camminamenti e al museo storico, perfetto per conoscere meglio il passato della rocca.

A pochi chilometri da Bari, circa 60, spunta invece Castel del Monte, meraviglioso esempio di architettura medievale dalla caratteristica struttura ottagonale. Ed è proprio l'otto il filo rosso della struttura, incuriosendo turisti e studiosi il simbolismo che nel tempo hanno visitato e studiato la natura enigmatica di quella che fu la sede della corte di Federico II di Hohenstaufen, monarca del Regno di Sicilia.

Soprannominata “la città che muore” per la sua natura unica provocata dall'erosione degli strati che ne creano la base, Civita di Bagnoregio (VT) è tra i borghi più belli e suggestivi d'Italia. Fondata dagli etruschi e arroccata nella valle dei calanchi, unisce siti di interesse storico culturale a partire dall'epoca etrusca e notevoli spunti di genere naturalistico.

Gita fuori porta nella natura

Parchi naturali, riserve e aree marine riservano alcuni dei panorami più affascinanti da visitare per grandi e piccini. Disposti a macchia su gran parte del territorio nazionale, non lasciano che l'imbarazzo della scelta a chi ama tuffarsi nella natura. Tra i più affascinanti, solo per citarne alcuni, vi sono l'area archeologica di Capo Colonna (KR) all'interno dell'Area marina protetta Capo Rizzuto dove è possibile ammirare non solo reperti risalenti alla Magna Graecia ma anche specie marine e faunistiche particolarmente interessanti.

Anche il Parco sommerso di Gaiola (NA), visitabile attraverso visite guidate con battello dotato di visione subacquea, racchiude in sé visioni uniche di comunità biologiche tipiche del Mar Mediterraneo. Anche Dante aveva citato Tremosine sul Garda (BS), località dal panorama mozzafiato del Parco Alto Garda Bresciano; proprio da quelle parti è possibile anche percorrere la Gardesana, strada statale che costeggia tutta la riva lombarda del lago di Garda, da Sirmione fino a Riva del Garda.

Poco distante da Roma, a Mazzano Romano, è invece il Parco regionale della Valle del Treja ricco di vegetazione e conosciuto anche per le suggestive Cascate di Monte Gelato create dal corso del Treja prima di confluire nel Tevere. Anche l'isola dell'Asinara, con la sua natura e la colonia endemica di asinelli bianchi, rappresenta una vivace alternativa per una giornata all'interno di uno dei parchi nazionali più amati.

Gita fuori porta a tema gastronomico

Regina della norcineria è Norcia (PG); nonostante il sisma del 2016 che ha colpito l'intera area del Centro Italia provocando danni ingenti, la cittadina nursina e i suoi dintorni non smettono di attirare i numerosi visitatori attratti dalle prelibatezze per il palato. Non molto lontano, in Toscana, Montepulciano, Montalcino e San Gimignano corteggiano turisti amanti del buon vino grazie alla produzione locale di vini di altissima qualità riconosciuta in tutto il mondo.

Non solo vino ma anche tartufo e formaggi: ecco cosa c'è sulle colline piemontesi, dal Canavese alle Langhe senza dimenticare la strada del tartufo bianco che da Alba unisce le province limitrofe grazie a pietanze dal gusto e dal profumo senza pari.