Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

18 OTT
Almanacco
Registrati

I prodotti biologici

Consumatori In questo Canale:

I prodotti biologici

I prodotti biologici in genere costano di più dei prodotti tradizionali perché sono il risultato di una produzione più attenta e controllata. Ma come per ogni genere alimentare, prima di comprare un prodotto, è importante prestare attenzione all'etichetta

I prodotti biologici vengono coltivati o allevati con tecniche che rispettano la natura, senza uso di additivi chimici e genetici. Ciò permette di ottenere cibi gustosi, sicuri da mangiare e nutrienti, perché ricchi di vitamine, sali minerali e oligo-elementi. In genere gli alimenti biologici costano di più dei prodotti tradizionali perché sono il risultato di una produzione più attenta e controllata.

Si possono trovare ovunque, sia al mercato, che negli alimentari che aderiscono alla scelta dell'alimento genuino e naturale. Sicuramente si possono acquistare nei negozi specializzati e nei supermercati, che ne sono sempre più forniti.

Come per ogni genere alimentare, prima di comprare un prodotto, è importante prestare attenzione all'etichetta: se si tratta di un cibo biologico, deve essere ben specificato.

L’etichetta dei prodotti biologici

Molti alimenti riportano diciture che potrebbero trarre il consumatore in inganno. Ad esempio, l'etichetta con su scritto "prodotto eco-compatibile" o "naturale" non classifica il prodotto come biologico. L'etichetta che contrassegna gli alimenti biologici, riporta:

  • la dicitura "da agricoltura biologica";
  • il nome dell'organismo di controllo ed il suo codice, preceduto dalla sigla IT;
  • gli estremi dell'autorizzazione ministeriale;
  • la sigla dell'Italia;
  • la sigla dell'organismo di controllo (tre lettere);
  • il codice del produttore;
  • la lettera "T" (prodotto trasformato) o la lettera "F" (prodotto fresco);
  • il numero di autorizzazione.
Le colture biologiche

Nell’agricoltura biologica si usano solo fertilizzanti naturali, sono invece esclusi tutti i prodotti chimici come pesticidi, insetticidi e altre sostanze simili. Le colture sono difese selezionando semplicemente le specie più resistenti e usando tecniche di coltivazione che tengono i parassiti lontani dalle piante, per esempio la rotazione delle colture o l’uso di siepi e alberi, che forniscono l’habitat ideale ai predatori dei parassiti. In alternativa, i contadini coltivano contemporaneamente due piante sgradite l’una ai parassiti dell’altra.

Gli allevamenti biologici

Questi allevamenti sono regolati da norme ben precise, nel massimo rispetto degli animali: un importante criterio è la scelta della razza dell'animale, di provenienza rigorosamente rustica e propria di quel particolare territorio. Agli animali non sono somministrate sostanze sintetiche per condizionarne la crescita; al contrario, negli allevamenti biologici, si usano solo sistemi nutrizionali naturali.

I mangimi sono fatti con ingredienti di origine vegetale e biologica, mentre sono vietati ormoni e antibiotici. Gli animali si possono curare solo con medicinali omeopatici. Per tutti questi motivi, la carne prodotta biologicamente garantisce un prodotto naturale e sicuro, ed anche el pieno rispetto degli animali.