Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

18 OTT
Almanacco
Registrati

La prevenzione dell'usura

Consumatori In questo Canale:

La prevenzione dell'usura

A proposito di:

Difendersi dall’usura è possibile, riconoscendo tutte le situazioni a rischio, avendo a disposizione adeguati strumenti di valutazione e facendo riferimento a fonti di denaro legali

Difendersi dall’usura è possibile. Con la prevenzione. Prevenire, vuol dire saper riconoscere tutte le situazioni a rischio, avendo a disposizione adeguati strumenti di valutazione e facendo riferimento a fonti di denaro legali.

Vediamo le dieci regole d’oro per evitare l’usuraio, tratte da un libro "Ladri di vita", scritto da un personaggio storicamente impegnato nella lotta all’usura e al raket Tano Grasso, ex Commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, in collaborazione con Gaetano Savateri:

1Se la banca ti nega un prestito, rivolgiti ai superiori dell’istituto di credito. Chiedi la motivazione del rifiuto e cerca di capire. Forse ci sono errori nel piano finanziario o nell’organizzazione della tua azienda. Fatti aiutare da un’associazione di difesa dei consumatori. L’Abi ha approvato un Codice di comportamento per le banche aderenti che prevede di ridurre il più possibile i tempi di concessione degli affidamenti e di seguire criteri di trasparenza nelle procedure. Verifica se l’istituto di credito a cui ti sei rivolto ha aderito al Codice di comportamento e segnala eventuali inadempienze.

2 Denuncia subito, se qualcuno della banca che ti ha negato il credito, ti indica altri cui rivolgerti per avere un prestito. La legge antiusura prevede una sanzione penale per chi, nell’esercizio di un'attività bancaria, indirizza un cliente verso un soggetto non abilitato all’attività finanziaria.

3Leggi con attenzione tutte le clausole contrattuali, quando ti viene concesso il credito. Se hai dubbi, fatti assistere da un’associazione. Puoi contrattare sia i tassi proposti sia le altre condizioni. Inoltre, la banca è tenuta a fornirti su richiesta una copia in bianco del contratto relativo al servizio offerto, prima della firma dello stesso.

4 – Cerca di concordare sempre un piano di rientro se, improvvisamente, la banca ti chiede il rimborso del credito. Una banca che opera correttamente ha interesse a recuperare i crediti e a non fa fallire i propri clienti, per questo deve prendere in considerazione ogni proposta di pagamento del debito. Se ti si chiede un aumento del tasso di interesse concordato, verificane la legittimità, cercando di evitare gli sconfinamenti.

5 – Quando ti rivolgi ad una finanziaria, assicurati che sia abilitata ad  esercitare il credito. C’è una legge che obbliga ad essere iscritti in un apposito elenco e questa condizione deve essere pubblicizzata. Quest’obbligo vale anche per chi esercita l’attività di mediazione o di consulenza finanziaria. Assicurati che tutte le condizioni risultino dal contratto. Non rilasciare assegni tuoi o di terzi a garanzia; se rilasci effetti cambiari, deve risultare nel contratto. In caso di garanzie costituite da beni mobili o immobili, verifica che ciò risulti specificamente nel contratto e non firmare promesse di vendita o similari.

6 – Non rivolgerti mai a chi ti offre denaro in prestito con rapide procedure chiedendoti in cambio interessi elevati o altre pesanti condizioni. Costui, anche se non è un usuraio, anche se è un amico, è per te l’anticamera dell’usura. L’usuraio non sarà mai tuo amico, ma il tuo carnefice. Se entri nel "giro" dell’usura, presto non sarai più proprietario della tua azienda né dei tuoi beni.

7 -  Rivolgiti ad un Consorzio fidi o alla Fondazione antiusura più vicina alla tua città, se nessuna banca o finanziaria è in grado di garantirti un prestito. La legge contro l’usura ha stanziato delle somme per consentire a queste strutture di prevenzione di offrire prestiti garantiti dai loro fondi a chi non è "meritevole" per il mondo del credito.

8 – Denuncia prima possibile l’usuraio. Rivolgiti alle autorità di polizia, non perdere tempo: prima denunci e maggiori sono le possibilità di tornare alla vita normale. Non aspettare di essere completamente strozzato: l’usuraio, approfittando delle tue difficoltà, ti offre un prestito con interessi sproporzionati o con altre condizioni vessatorie. Rivolgiti alla Prefettura della tua provincia per chiedere informazioni sulle procedure di accesso al Fondo di solidarietà per le vittime di usura.

9 – Fatti furbo. Chi ti offre denaro in prestito lo fa solo perché ci guadagna. Devi difenderti. Segna tutti i movimenti di denaro e i titoli: potrebbero essere decisivi come prove del tuo sfruttamento usuraio. Quando ti incontri con l’usuraio registra le tue conversazioni e cerca di avere testimoni.

10 –Fai valere i tuoi diritti. Se l’usuraio agisce per il recupero coattivo del credito, opponiti nelle forme di legge: l’usuraio non può presentare istanza di fallimento contro di te e se viene accertato il rapporto usuraio, il contratto viene annullato. Un’azione civile può essere sospesa quando è pendente un procedimento penale per usura. La legge prevede che il presidente del tribunale, può disporre la sospensione della pubblicazione o la cancellazione di un titolo di pagamento presentato da un imputato per delitto di usura. Hai un anno di tempo per adempiere all’obbligazione in caso di protesto per ottenere la riabilitazione. Non restare mai solo: cerca un’associazione di categoria o antiraket.