Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

11 DIC
Almanacco
Registrati

Presidente della Repubblica, come viene eletto

Consumatori In questo Canale:

Presidente della Repubblica, come viene eletto

A proposito di:

quirinale
Ecco come viene eletto il Presidente della Repubblica italiana, con tutte le procedure seguite per garantire che la persona prescelta dalle Camere in seduta congiunta possa svolgere al meglio e con indipendenza il suo ruolo di garante delle istituzioni

"Il Presidente della Repubblica è eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri. All'elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d'Aosta ha un solo delegato. L'elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell'Assemblea". Ecco cosa dice l'articolo 83 della Costituzione italiana, quello che definisce le regole per l'elezione del Presidente.

La massima carica dello Stato viene dunque eletta con modalità particolari, pensate per assicurare che la persona prescelta possa godere del più ampio consenso possibile e svolgere il suo compito quale figura istituzionale di garanzia, al di sopra delle parti, nell'arena politica. È dunque richiesta una maggioranza ampia, ma solo nelle prime sedute, per evitare che le elezioni si protraggano troppo a lungo. Inoltre la carica di presidente dura 7 anni, più a lungo di una legislatura (5 anni), in modo che il Presidente non abbia eccessivi legami politici con l'assemblea parlamentare che lo ha eletto.

Come avvengono le elezioni
  1. La convocazione del Parlamento viene indetta da parte del Presidente della Camera dei deputati per il trentesimo giorno prima della scadenza naturale del mandato del Presidente della Repubblica.
  2. L'Assemblea che elegge il Presidente si riunisce nella sede della Camera dei Deputati, che in questo caso ospita sia i deputati, sia i senatori, più i delegati delle Regioni.
  3. Le due camere in seduta congiunta sono presiedute dal Presidente della Camera, affiancato da quello del Senato.
  4. Può essere eletto Presidente qualsiasi cittadino italiano, maschio o femmina, che abbia compiuto i cinquanta anni di età e che goda dei diritti civili e politici.
  5. Le votazioni avvengono a scrutinio segreto. I membri dell'assemblea si recano ciascuno dal proprio turno per deporre la propria scheda col nome della persona prescelta all'interno di un'urna posta davanti al seggio del Presidente dell'assemblea.
  6. Nelle prime tre votazioni è necessaria l'approvazione da parte dei due terzi dell'assemblea (maggioranza qualificata), mentre per le votazioni successive è sufficiente la maggioranza assoluta.
  7. Il Presidente eletto entra in carica dopo aver prestato giuramento al Parlamento, al quale si rivolge tramite un messaggio presidenziale.
  8. Una volta in carica il Presidente adotta come residenza ufficiale il Palazzo del Quirinale, situato sull'omonimo colle di Roma. Il Quirinale è stato dal XVI secolo residenza ufficiale dei Papi, poi dei Re d'Italia (dal 1870) e infine (dal 1946) dei Presidenti della Repubblica.