Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

12 DIC
Almanacco
Registrati

Il porto d'armi

Consumatori In questo Canale:

Il porto d'armi

A proposito di:

Il porto d’armi è un documento ufficiale che abilita a portare con sé una pistola o un fucile, cun un tipo di licenza diversa a seconda dell’uso che si fa dell’arma: caccia, difesa personale o sport. Per richiederlo non bisogna aver subito condanne penali

​​Il porto d’armi ci dà il permesso di portare con noi una pistola oppure un fucile ma la licenza è differente a seconda dell’uso che intendiamo fare dell’arma:

  • caccia;
  • difesa personale;
  • uso sportivo.
La documentazione per il rilascio

La richiesta deve essere corredata di:

  • due contrassegni telematici da 14,62 euro, uno per la richiesta e uno per la licenza;
  • una certificazione che dimostri l'idoneità psico-fisica. Questo documento è rilasciato dalla Asl di residenza, dagli Uffici medico-legali e dalle strutture sanitarie militari e della Polizia di Stato;
  • la ricevuta del versamento di 1,26 euro per il costo del libretto, che ha validità quinquennale ;
  • due fototessera recenti;
  • la dichiarazione che, come già specificato, dimostri la necessità di un'arma;
  • la documentazione o autocertificazione relativa al servizio prestato nelle Forze Armate o nelle Forze di Polizia oppure un certificato di idoneità al maneggio delle armi rilasciato;
  • infine, una dichiarazione sostitutiva in cui l'interessato attesti: di non trovarsi nelle condizioni ostative previste dalla legge; le generalità delle persone conviventi; di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza".

La domanda di rinnovo deve essere presentata prima della scadenza del titolo.

Porto d'armi per la caccia

E' valido nei periodi di apertura della stagione venatoriae consente di usare il fucile per cacciare. Rispetto agli altri tipi di porto d'armi prevede anche la presentazione della seguente documentazione:

  • una dichiarazione sostitutiva che certifichi l'abilitazione all'attività venatoria;
  • la ricevuta di pagamento della tassa di concessioni governative di 168 euro più un'addizionale di 5,16 euro;
  • la ricevuta di pagamento della tassa di concessione regionale.
Porto d'armi per difesa personale

Per ottenere questo tipo di permesso è necessario dimostrare una ragione valida che ne giustifichi il rilascio da parte del Prefetto. In questo modo sarà possibile portare l'arma anche fuori dalla propria abitazione. Il permesso, che viene rilasciato solo ai maggiorenni, ha validità annuale. La richiesta si effettua presso la Questura, il Commissariato di Pubblica Sicurezza o la stazione dei Carabinieri, direttamente a mano,tramite raccomandata a/r o con la Pec, posta elettronica certificata. Rispetto agli altri porto d'armi, quello per difesa personale, prevede il pagamento della tassa di concessioni governative di 115 euro la cui ricevuta va allegata alla documentazione allegata per il rilascio.

Porto d'armi per uso sportivo

Questa permesso consente di esercitare il tiro a volo e il tiro a segno (in questo caso è necessaria l'iscrizione ad una Sezione Nazionale o ad un'associazione affiliata al Coni che praticaquesto sport). Questa licenzavale per lesole armi idonee all'esercizio della disciplina. La licenza ha una validità di 6 anni.

In generale può richiedere il porto d'armi ogni cittadino maggiorenne che non abbia subito condanne penali,che abbia idoneità fisica e psichica, che abbia un valido motivo per detenere un’arma, e nonsia stato unobiettore di coscienza.

Per il rinnovo, la documentazione da produrre è identica a quella che occorre per il primo rilascio, mentre nel caso in cuisia smarrito è necessario sporgere regolare denuncia al Commissariato di Pubblica Sicurezza o ai Carabinieri.