Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

13 DIC
Almanacco
Registrati

Il Mediatore europeo

Consumatori In questo Canale:

Il Mediatore europeo

A proposito di:

I cittadini, ma anche le istituzioni o le imprese, residenti o aventi la loro sede sociale nell'Unione Europea, possono rivolgersi al Mediatore, che tutela coloro che si ritengono vittime di una cattiva amministrazione da parte delle istituzioni o organi comunitari

​​I cittadini, ma anche le istituzioni o le imprese, residenti o aventi la loro sede sociale nell'Unione Europea possono rivolgersi al Mediatore, la cui funzione è quella di tutelare coloro che si ritengono vittime di una cattiva amministrazione da parte delle istituzioni o organi comunitari.

Tra  i problemi più ricorrenti affrontati dal mediatore vi sono i ritardi ingiustificati, il rifiuto d’informazione, le discriminazioni e l’abuso di potere. Si può parlare di cattiva amministrazione quando un ente o un’istituzione non si comporta secondo le leggi, quando non rispetta i principi di buona amministrazione e non rispetta i diritti umani.  


La denuncia che può essere inviata a mezzo posta, fax o posta elettronica, deve essere presentata entro due anni dalla data in cui è accaduto il presunto episodio ritenuto lesivo e, comunque, sempre dopo aver già interpellato l’istituzione o l’organismo in questione, ad esempio tramite lettera. E’ inoltre possibile servirsi di un formulario on line disponibile sul sito ufficiale del Mediatore in varie lingue con le istruzioni per la compilazione.

Ma quando si fa la denuncia cosa ci si può aspettare? Il mediatore può intervenire in vari modi: contatta innanzitutto l’istituzione in grado di risolvere il problema. Si attiva per cercare di risolvere il problema in modo amichevole. Se l’istituzione interessata non agisce in modo da risolvere il caso allora il Mediatore presenta una relazione speciale al Parlamento europeo.

Nel caso in cui il Mediatore non può trattare la causa perché non è di sua competenza può trasferire la causa a un membro della rete europea dei Difensori Civici oppure consigliare di farlo a chi ha sporto la denuncia. Al contrario, nell'ipotesi in cui il Mediatore, nell'esercizio delle sue funzioni, commetta una violazione del diritto comunitario sarà la Corte di giustizia europea a pronunciarsi in merito.