Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

24 NOV
Almanacco
Registrati

Il gelato ha 4000 anni e non lo sa

Consumatori In questo Canale:

Il gelato ha 4000 anni e non lo sa

A proposito di:

Antico, nutriente e gustoso: il gelato ha una tradizione antichissima alle spalle e, ieri come oggi, è uno degli alimenti più amati da grandi e piccini. Conosciamo meglio la sua storia e i motivi che ce lo fanno apprezzare ancora adesso

Anche se non tutti lo sanno, il gelato vanta una tradizione secolare. In Italia fu conosciuto nel quattordicesimo secolo per opera di Marco Polo e del pasticcere toscano Buontalenti che riprodusse i sorbetti cinesi.

La storia ci racconta che nel 1533 Caterina dei Medici, andata sposa al futuro re di Francia Enrico II, per dimostrare quanto validi fossero i livelli della cucina italiana, fece servire durante i trenta giorni di festeggiamenti un gelato diverso utilizzando frutta di stagione o conservata nelle neviere, cioè strutture per realizzare i sorbetti estivi.

Il gelato: con quali ingredienti viene prodotto?

Gustoso e nutriente alle stesso tempo, il gelato è uno dei pochi alimenti che riesce a conquistare il palato di grandi e piccini. Tra i suoi ingredienti principali, il latte e lo zucchero, veri e propri motori per difendere la salute a tutte le età e in ogni occasione.

Il latte è notoriamente uno dei pochi alimenti completi che viene utilizzato in modo universale sia per i suoi principi nutritivi che per la sua buona digeribilità. Inoltre, in quanto ricco di sostanze proteiche, sali minerali, vitamine, grassi e zuccheri, difende la salute di denti e ossa. La prima colazione a base di latte rappresenta una garanzia di equilibrio per molteplici motivi. Il buon latte è veramente un buongiorno razionale che assicura all'organismo la base su cui costruire il proprio patrimonio alimentare da sfruttare al meglio nella giornata.

Lo zucchero è uno degli ingredienti utilizzato come elemento di base nella pasticceria e serve per edulcorare pietanze, bevande e tisane. Viene chiamato anche saccarosio e si trova in natura in molte piante tra cui le più importanti, da un punto di vista industriale, sono la canna e barbabietola da zucchero.

Lo zucchero nutre il cervello e ciò avviene per la facilità con cui questo carboidrato è solubile ed espleta con velocità la sua funzione energetica giungendo persino alla sostanza cerebrale. Si tratta di un disaccaride costituito da una molecola di glucosio e una di fruttosio che l'organismo stesso provvede a scindere per le sue necessità e funzioni.

A questi due ingredienti base si possono aggiungere cacao, nocciola, vaniglia oppure frutta e yogurt per ottenere un gusto più light.