Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

18 OTT
Almanacco
Registrati

Guidare con la pioggia e il maltempo

Consumatori In questo Canale:

Guidare con la pioggia e il maltempo

A proposito di:

Le forti piogge, le improvvise condizioni di maltempo sono fenomeni sempre più frequenti, anche nelle località tradizionalmente dal clima mite. Ecco gli utili consigli per chi si trova a dover guidare in condizioni meteorologiche proibitive

​​​​​​​Ecco gli consigli utili per chi si trova a dover guidare con la pioggia e in condizioni di forte maltempo, elaborati dall'Asaps, Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale.

  • Prima di affrontare un viaggio, ascoltare le previsioni del tempo, in particolare per le zone verso le quali ci si dirige, ma anche le stazioni radio in FM che forniscono informazioni in tempo reale sullo stato del traffico e delle strade.
  • Con strada bagnata e pioggia, raddoppiare la normale distanza di sicurezza  dai veicoli che ci precedono.
  • Diminuire la velocità, moderandola particolarmente in presenza di tratti di strada in cui l’acqua ristagna.
  • Attenzione al rischio di "aquaplaning", sempre possibile quando il livello dell’acqua sull’asfalto è pari o superiore a 1 cm.
  • Ricordare che, in caso di pioggia, il limite di velocità in autostrada si abbassa a 110 Km/h.
  • Fare particolare attenzione alle buche sull'asfalto, la forte pioggia tende a riempirle e non ci si rende conto della loro profondità, con rischi notevoli per la guida e possibili e gravi danni alle ruote.
  • Porre attenzione al tipo di asfalto nel tratto percorso. In particolare, quando si interrompe un tratto di asfalto drenante e inizia un tratto ad asfalto normale. L'aderenza della vettura cambia sensibilmente e aumenta il rischio di "aquaplaning".
  • Usare un sistema di guida morbida, con frenate e accelerazioni dolci e progressive.
  • In caso di forti raffiche di vento, tenere saldo il volante con entrambe le mani e attivare marce più basse se le condizioni sono tali da sentire lo spostamento della vettura.
  • Tenere i tergicristalli puliti ed efficienti.
  • Controllare con attenzione lo stato e la pressione dei pneumatici.
  • In caso di appannamento del parabrezza e dei vetri laterali, azionare la ventola dell’aria e l'aria condizionata nell’apposita funzione antiappannamento, come da istruzioni per ogni modello di auto.
  • In condizioni particolarmente avverse e in presenza di rischi di allagamento, tenere a portata di mano il giubbotto retroriflettente, da indossare velocemente, in caso si debba scendere dal veicolo. Tenere a portata di mano anche il triangolo di segnalamento.
  • Tenere sempre le luci accese e in caso di rallentamento attivare le 4 luci intermittenti.
  • In caso di allagamento con alto livello dell'acqua, tenere sigillati sportelli e finestrini e in caso di spegnimento del motore e blocco in zona allagata, attivare subito col cellulare il numero di soccorso pubblico 113  o il 115 dei pompieri.
  • Ricordare che i rischi, già elevati in caso di pioggia battente per una vettura, si innalzano di molto quando circolano motocicli, ciclomotori e biciclette.