Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

23 OTT
Almanacco
Registrati

La franchigia

Consumatori In questo Canale:

La franchigia

A proposito di:

La franchigia è quella parte di danno che, in caso di incidente, resta a carico dell'assicurato. Costituisce un importante regola a tutela delle compagnie assicuratrici, ma anche un elemento da considerare attentamente al momento della scelta della compagnia

La franchigia è quella parte di danno che, in caso di incidente, resta a carico dell'assicurato. Può essere espressa in importo fisso o in percentuale sulla somma assicurata.

Assieme al massimale, rappresenta una limitazione al risarcimento da parte della compagnia assicurativa. Ma mentre il massimale definisce l'importo masismo che essa è tenuta a pagare, la franchigia esprime l'importo minimo, al di sotto del quale non deve risarcire nulla.

Un valore tipico della franchigia è 250 euro. In pratica, se il danno è infeiore a tale cifra non vien erimborsato. Se è superiore, ad esempio 400 euro, ne viene rimborsata solo la parte che eccede. Nel caso dell'esempio di 400 euro, rimane a carico dell'assicurato la cifra di 150 euro.

Il nostro consiglio è di prendere in considerazione anche questo elemento, quando si esamina un preventivo per scegliere con quale compagnia assicurarsi.