Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

22 OTT
Almanacco
Registrati

Le disposizioni in materia di Rc auto

Consumatori In questo Canale:

Le disposizioni in materia di Rc auto

A proposito di:

Ecco le disposizioni a tutela del consumatore che le compagnie assicurative devono rispettare, secondo quanto stabilito dall'Isvap, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni

L’Isvap, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (attualmente Ivass) ha emanato una serie di disposizioni a tutela del consumatore che le compagnie assicurative devono rispettare. Vediamo insieme i punti più importanti.

  • Preventivo personalizzato gratuito. È fatto obbligo alle compagnie di fornire al consumatore un preventivo per la stipula della polizza rc auto valido per almeno sessanta giorni, correlato da una nota informativa sulle specifiche condizioni del contratto.
  • Polizza con franchigia "garantita". Possibilità di stipulare polizze con franchigia a condizione che l’assicurato fornisca, senza costi aggiuntivi, idonee garanzie per il recupero delle somme liquidate dalla compagnia, nei limiti della franchigia pattuita.
  • Documentazione fiscale relativa alla riparazione del danno. È obbligo del danneggiato che ha ottenuto il risarcimento dei danni del veicolo dalla compagnia, di fornire documentazione dell’avvenuta riparazione o rottamazione del veicolo in oggetto entro tre mesi dall’avvenuto risarcimento.
  • Flessibilità tariffaria. Le compagnie possono applicare sconti personalizzati sulla tariffa in corso, che devono essere chiaramente indicati sulla polizza e se concessi anche per gli anni successivi, devono risultare nella quietanza del premio di rinnovo.
  • Mantenimento classe di merito in caso di furto. In caso di furto del veicolo, l’assicurato può richiedere il mantenimento della stessa classe di merito anche se trasferisce ad altra compagnia l’assicurazione per il nuovo veicolo, purché la stipula avvenga entro un anno dalla data del furto.
  • Prospetto tipo per le richieste di risarcimento. Le compagnie, all’atto della stipula del contratto o in occasione del rinnovo, devono consegnare all’assicurato un prospetto tipo per la richiesta di risarcimento in caso di sinistro per agevolare l’operato del danneggiato ed accelerare la liquidazione del danno.
  • Inoltre con l’Isvap ha introdotto il Registro dei reclami, obbligatorio per ogni impresa. Il registro contiene le segnalazioni dei consumatori e le istruttorie effettuate.

Il decreto Bersani sulle liberalizzazioni del 25 gennaio 2007 ha introdotto le seguenti novità:

  • maggiore libertà di scelta per il cittadino: le compagnie di assicurazioni non possono più offrire polizze pluriennali con il vincolo decennale. Ciò significa che il cliente ha la possibilità di recedere dal contratto di anno in anno;
  • mantenimento classe di merito per nuovo contratto. Se si stipula una nuova assicurazione, ad esempio per l'acquisto di una seconda auto o dopo un periodo di interruzione della copertura, si mantiene la classe di merito che risulta dall'ultimo attentato di rischio. Inoltre, in caso di incidente, questa non può essere variata dalla compagnia fino all’effettiva e accertata responsabilità dell’automobilista. Infine, maggiore trasparenza: le compagnie devono comunicare tempestivamente al cliente ogni variazione peggiorativa della sua classe di merito.

Il 9 luglio 2009, la legge di Sviluppo approvata in via definitiva dal Senato, ha introdotto l'ultima novità in materia, dando la possibilità alle compagnie di assicurazione e al cittadino di stipulare polizze pluriennali, per l'esattezza della durata di 5 anni, a condizioni vantaggiose rispetto al contratto che dura un solo anno. L'assicurato può comunque sempre scegliere tra la polizza annuale e quella pluriennale. Quest'ultima, pur mantenendo i costi fissi per tutta la durata, è comunque vincolante per tutto il periodo di validità.