Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

18 OTT
Almanacco
Registrati

La contestazione immediata

Consumatori In questo Canale:

La contestazione immediata

A proposito di:

La contestazione della violazione delle norme del codice della strada da parte delle forze di polizia, per essere valida, deve essere immediatamente comunicata al trasgressore, altrimenti nel verbale, da trasmettere entro 90 giorni, deve risultare la motivazione che l’ha impedito

La legge stabilisce che la contestazione della violazione delle norme del codice della strada, per essere valida, debba essere immediatamente comunicata al trasgressore, altrimenti, nel verbale di accertamento, deve risultare la motivazione che l’ha impedito. Tale verbale deve essere notificato entro 90 giorni all'effettivo trasgressore o, in assenza di sua identificazione, al proprietario del veicolo.

L'articolo 201 del Codice della Strada stabilisce i casi in cui non è previsto l’obbligo di notificare subito l’infrazione, indicati nell'elenco che segue. Se nel verbale i motivi suddetti non sono riportati, il provvedimento è nullo e il conducente del veicolo può fare ricorso.

Casi senza obbligo di contestazione immediata dell'infrazione

a) Impossibilità di raggiungere un veicolo lanciato ad eccessiva velocità;

b) attraversamento di un incrocio con il semaforo rosso;

c) sorpasso vietato;

d) accertamento della violazione in assenza del trasgressore e del proprietario del veicolo;

e) accertamento effettuato con i dispositivi per il rilevamento automatico della velocità dei veicoli (Autovelox o altri apparecchi);

g) rilevazione, attraverso dispositivi automatici, degli accessi di veicoli non autorizzati ai  centri storici, alle zone a traffico limitato, alle aree pedonali,  o  della circolazione sulle corsie e sulle strade riservate;

h) accertamento, sempre per mezzo  di  appositi dispositivi o apparecchiature di rilevamento, delle violazioni relative a:

  • eccesso di velocità;
  • circolazione contromano;
  • mancato rispetto della segnaletica;
  • uso scorretto dei veicoli a 2 ruote (ad esempio per il trasporto di persone o cose, o guida pericolosa);
  • obbligo di uso del casco;
  • circolazione di veicoli sottoposti a confisca o fermo amministrativo.