21 DIC
Almanacco
Registrati

T

Cos'è la carta di credito

Consumatori In questo Canale:

Cos'è la carta di credito

A proposito di:

Molte persone non si fidano della carta di credito, temendo truffe ed errori. In realtà, l'uso degli strumenti di pagamento elettronici, se fatto con giudizio, è quello che ci tutela al meglio, oltre ad essere indispensabile per acquistare su internet

La carta di credito (o "moneta elettronica") è uno strumento di pagamento che consente di versare del denaro senza utilizzare contante. A differenza che col bancomat - il cui uso comporta l'immediato addebito della cifra sul proprio conto corrente - con la carta di credito l'addebito a carico del consumatore è posticipato. Il denaro viene cioè prelevato dal conto corrente bancario solo a metà del mese successivo in cui è avvenuto il pagamento, oppure addirittura rateizzato, se il titolare opta per tale scelta.

Sulla carta sono riportati le generalità del titolare, il numero della carta e la sua scadenza. Il titolare è tenuto a porre la propria firma nello spazio predisposto.

Oltre che come strumento di pagamento, la carta può essere utilizzata come strumento di prelievo allo sportello automatico (come il Bancomat), mediante il codice segreto consegnato insieme alla carta.

Ogni carta ha un limite d'utilizzo mensile, superato il quale non è più possibile effettuare acquisti fino al mese successivo.

Esistono anche le carte di credito prepagate, che vengono ricaricate con una quantità di denaro a scelta. Ma in questo caso, l'addebito della somma avviene nello stesso momento in cui si effettua l'acquisto.

Funzionamento

Il sistema di funzionamento delle carte di credito è, in pratica, un processo di autorizzazione nell'ambito del sistema bancario, che coinvolge, oltre al titolare, tre diversi soggetti:

  • l'ente emittente, cioè l'azienda che emette la carta di credito e che in genere è una banca o un ente finanziario, il quale stipula un contratto di finanziamento con il titolare della carta;
  • l'esercente, cioè l'esercizio commerciale che, aderendo ad un circuito di pagamento, permette ai propri clienti di pagare attraverso la carta di credito, utilizzando un Pos (Point of sale), se il pagamento non viene effettuato on line;
  • il circuito di pagamento, cioè l'azienda che si occupa di veicolare, attraverso una propria rete di comunicazione, le richieste e le corrispondenti autorizzazioni alla spesa; i principali circuiti mondiali sono Visa, MasterCard, Diners e American Express.

La transazione di vendita coinvolge i diversi attori in questo modo:

  1. il titolare della carta ha il vantaggio di poter acquistare senza l'uso di contanti; in cambio si impegna a restituire all'emittente della carta l'importo della transazione nei tempi e nei modi prestabiliti dal contratto (di solito una volta al mese);
  2. l'esercente eroga i beni o servizi richiesti dal cliente, col vantaggio di non essere soggetto al rischio di un pagamento tramite assegno, ma con l'onere di dover pagare una commissione all'istituto emittente;
  3. l'istituto emittente si impegna a pagare al posto del cliente quanto dovuto, percependo in cambio dall'esercente una commissione per ogni pagamento ricevuto.
Vantaggi per il consumatore

A fronte del rischio di indebitarsi troppo, se non la si usa con parsimonia, la carta di credito ha molti vantaggi, per il suo titolare, poiché consente:

  • di non portare con sé troppo denaro contante e tutelarsi così da eventuali furti o aggressioni;
  • di effettuare pagamenti via internet;
  • di fare spese all'estero senza dover cambiare valuta locale e, nei paesi dell'euro, senza alcun costo aggiuntivo ;
  • di effettuare operazioni come noleggiare automobili e prenotare alberghi, di solito molto più difficili senza una carta di credito.

I movimenti effettuati con carta dei credito, inoltre, a differenza del contante, consentono di tenere traccia di ogni pagamento, contribuendo così a contrastare la piaga dell'evasione fiscale.

Sicurezza

Molti consumatori, specialmente anziani, ritengono che la carta di credito sia meno sicura, rispetto al contante. In realtà, è più vero il contrario. Infatti, mentre i contanti possono essere derubati, la carta di credito offre una serie di garanzie abbastanza efficaci contro il furto. Ad esempio, è possibile attivare un servizio gratuito che consente di ricevere un Sms ogni volta che viene effettuato un pagamento oltre una certa cifra. Poi l'eventuale pagamento può essere contestato.

Furto. Quando si subisce il furto della carta, bisogna immediatamente segnalare l'episodio chiamando il numero messo a disposizione dall'emittente. Dal momento della segnalazione, il titolare è sollevato da qualsiasi onere. Per eventuali usi illeciti precedenti la segnalazione, il titolare deve rispondere solo con una franchigia.

Contestazione spese. Quando si riceve l'estratto conto mensile, è bene controllarne tutte le voci. Per effettuare la contestazione di una spesa, c'è un limite di tempo (30 o 60 giorni dal ricevimento). Trascorso tale tempo, l'estratto conto si intende approvato.