Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

22 OTT
Almanacco
Registrati

Brexit: cosa cambia per i viaggiatori

Consumatori In questo Canale:

Brexit: cosa cambia per i viaggiatori

A proposito di:

Con il voto per l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea molti viaggiatori hanno sollevato alcuni dubbi sull'amata meta turistica, gettonatissima in ogni stagione. Ecco però cosa c'è da sapere

​Con la Brexit e il voto per l’uscita dall’Unione Europea da parte della Gran Bretagna, sono molti i dubbi che i viaggiatori diretti nell'amatissima meta turistica sono stati costretti ad affrontare. In particolare, chi è intenzionato a recarsi nelle terre albioniche è costretto ad affrontare alcuni dilemmi, chiedendosi se ci sono stati o ci saranno cambiamenti nelle modalità di viaggio.

Diritti dei viaggiatori: cosa succede nel dopo Brexit?

Sebbene ancora non siano stati presi dei provvedimenti ufficiali, si presume che per i viaggiatori le modalità di accesso nel Regno Unito rimarranno invariate fino alla conclusione del processo di uscita dall’UE. Per i prossimi due anni, secondo quanto stimato dagli esperti, si continuerà a viaggiare anche con la Carta di Identità; in futuro, invece, sarà possibile la richiesta del passaporto.

Secondo le prime ipotesi, invece, sembra difficile che sarà richiesto un visto di ingresso e di soggiorno come necessario invece in altri stati extraeuropei, come gli Stati Uniti o la Russia.

Sanità nel Regno Unito per i viaggiatori

Per i viaggiatori che si recano nel Regno Unito, fino all’uscita definitiva dall’UE sarà possibile utilizzare la tessera sanitaria. Per il futuro, non sono stati ancora presi provvedimenti.

Tutela dei viaggiatori: rimborsi aerei

In attesa dell’uscita definitiva della Gran Bretagna, i viaggiatori che utilizzano compagnie aree potranno ancora beneficiare dei rimborsi previsti in caso di annullamento del volo, cancellazione od overbooking, secondo quanto riportato nel contratto relativo alla compagnia stessa. Per il futuro, invece, bisognerà attendere quanto verrà deciso dalle leggi in merito.