Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

17 OTT
Almanacco
Registrati

I trucchi per avere una cucina sempre pulita

Casa In questo Canale:

I trucchi per avere una cucina sempre pulita

A proposito di:

Chi ama divertirsi in cucina ha sicuramente a cuore anche la pulizia del piano cottura e dei tegami, che cambia in base ai materiali utilizzati. Qualche prezioso consiglio per tenere sempre la cucina in ordine e splendente

​Chi ama divertirsi in cucina, ha sicuramente a cuore anche la pulizia del piano cottura che cambia in base al materiale di costruzione e quella dei tegami necessari per la preparazione di deliziosi intingoli. Vediamo allora qualche prezioso consiglio per tenere sempre la cucina in ordine.

La pulizia quotidiana della cucina

La cucina, come il bagno, è un ambiente da pulire quotidianamente per evitare che lo sporco si accumuli, che proliferino i germi, che le incrostazioni rendano eccessivamente difficili le pulizie di casa. Durante le operazioni di lavaggio occorre particolare attenzione per gli attrezzi elettronici: i liquidi e i detersivi schiumosi, infatti, potrebbero insinuarsi nelle fessure e danneggiare i nostri apparecchi.

Il piano cottura

Se il piano cottura è in acciaio inox, è importante pulirlo usando un panno inumidito con acqua e sapone o con un detersivo neutro poco aggressivo. Se al contrario è costruito in vetroceramica, quando è ancora tiepido, si può usare una semplice spugnetta umida. Per eliminare gli aloni e ridonare lucentezza a entrambe le superfici, si consiglia di usare un po’ di aceto, un elemento naturale e per niente abrasivo.   

Il lavello

Un cucchiaio di bicarbonato sciolto in un piccolo bicchiere di aceto bollente è la miscela ideale per pulire a fondo un lavello in acciaio. Basta mettere il "detersivo naturale" in una bacinella con mezzo litro d’acqua e poi strofinare con pazienza le superfici. Se al contrario si tratta di un lavello in pietra, è il caso di affidarsi alla candeggina. È sufficiente bagnare con questo detersivo dei fogli di carta assorbente, adagiarli nel lavello e lasciare che agiscano tutta la notte.

Tegami, padelle e taglieri

Prima pulirli con acqua fredda, poi lavarli con l’acqua calda saponata. È questa la procedura corretta per avere tegami (e piatti) sempre puliti, soprattutto dopo aver mangiato uova e formaggi. I composti a base di sale e aceto invece sono ideali per sgrassare le pentole di rame, così come strofinare il limone sulle padelle e i taglieri, aiuta a rimuovere gli odori intensi di aglio e cipolla da queste superfici.