Informativa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviare a te pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

22 OTT
Almanacco
Registrati

Tasi: calcolo rendita catastale, ecco come si fa

Casa In questo Canale:

Tasi: calcolo rendita catastale, ecco come si fa

A proposito di:

calcolo rendita catastale
Il calcolo della rendita catastale dell’immobile è l’elemento più importante per il calcolo della Tasi, in scadenza il 16 dicembre in molti comuni italiani. Per effettuarlo, il primo passo da compiere è accedere all'apposito servizio online dell'Agenzia delle Entrate

​​Il calcolo della rendita catastale dell’immobile è l’elemento più importante per il calcolo della Tasi, in scadenza il 16 dicembre in molti comuni italiani. Ecco come si fa.

​​Consultazione rendita catastale​​​

Il calcolo della rendita catastale si ottiene tramite la seguente procedura:

  1. Accedere al servizio Consultazione rendite catastali dell’Agenzia delle Entrate.
  2. Cliccare su “Accedi al servizio”
  3. ​Inserire il codice fiscale e il Codice di sicurezza. Quest’ultimo si ricava osservando la figura riportata nella pagina, che visualizza una scritta deformata, come nell’esempio che riportiamo qui (in questo caso bisogna scrivere “esiloa”). Se non si riesce a capirla, cliccare su “altra immagine” per visualizzarne una diversa.
  4. Alla schermata successiva, nel campo “Ufficio provinciale di:” scegliere la provincia dove si trova l’immobile.
  5. Successivamente inserire tutti i dati catastali, curando di selezionare “Fabbricati” nel campo “Catasto” se si tratta di un’abitazione o altro edificio. Il campo “Sezione” se non da alcun valore non va utilizzato. Anche il campo “Sezione urbana” può essere omesso se non lo si possiede. Vanno invece indicati: “Foglio”, “Particella” e “Subalterno.
  6. Dopo aver cliccato sul pulsante “Ricerca”, se i dati sono corretti, si ottiene una scheda che riporta di nuovo tutti i dati dell’immobile con la rendita catastale espressa in euro, come nell’esempio riportato di seguito.

consultazione rendite catastali

Calcolo rendita catastale rivalutata

La rendita ottenuta con la procedura descritta non è quella su cui applicare l’aliquota Tasi deliberata dal Comune. Essa va infatti “rivalutata”, aumentata prima del 5 per cento, poi del 60 per cento, come si fa per l’Imu​.

Dal punto di vista del calcolo matematico, ciò equivale a moltiplicare la rendita catastale prima per 1,05, poi per 1,6. Siccome 1,05×1,6=1,68, è sufficiente effettuare solo la seguente operazione:

Rendita rivalutata = Rendita catastale x 1,68